CONFCOMMERCIO online
mercoledì 05 novembre 2003

CONSORZIO BERICO MACELLAI IN FASE DI COSTITUZIONE

fonte: UFFICIO STAMPA CONFCOMMERCIO
Medaglioni di coniglio al rosmarino, rivestiti di carne e di pancetta di maiale. E’ il piatto del mese che i clienti di una quarantina di macellerie di Vicenza e provincia, aderenti al Progetto di costituzione del Consorzio Berico Macellai, potranno trovare ogni fine settimana di ottobre sui banchi dei negozi di fiducia. Una sorta di pronto-cuoci, un preparato a base di carne che sarà sufficiente cucinare seguendo i semplici consigli riportati nei volantini messi a disposizione dei consumatori o le indicazioni fornite direttamente dal macellaio.
L’idea, che è stata sperimentata già a partire dallo scorso week end, sta riscuotendo un ottimo successo, come commenta soddisfatta una dei promotori dell’iniziativa, Tiziana Nogara, vicepresidente dell’associazione provinciale macellai aderente a Confcommercio. “Si tratta di una sorta di biglietto da visita di squadra, un modo per rafforzare il rapporto con la clientela, che deve essere basato non solo sulla fiducia, ma anche sulla garanzia di qualità e sull’opportunità di portare in tavola alcune novità culinarie. I consumatori, per ora, hanno risposto bene alla proposta lanciata. Adesso si tratta di attendere i prossimi giovedì, venerdì e sabato, quando lo stesso piatto verrà ripresentato sui banchi, per verificarne l’apprezzamento o meno”.
Il progetto ha preso forma dopo alcune chiacchierate spontanee tra colleghi, durante le quali era stata ribadita l’importanza della qualità, ma anche della forza di gruppo. A farsi promotori dell’iniziativa di fronte al presidente dell’Associazione provinciale macellai – Confcommercio, Antonio Marenda, sono stati Claudio Chemello di Mason, Stanislao Dal Monte di Bassano, Igor Ponza di Vicenza, Michele Tessarolo di Bassano e Tiziana Nogara, di Sovizzo.
“Abbiamo già studiato un marchio che simboleggi l’appartenenza a questo circuito di macellerie che, probabilmente, si uniranno sotto forma di consorzio, con il nome provvisorio di “Consorzio Berico Macellai” – spiega proprio la signora Nogara –.

./.



Ovviamente la partecipazione sarà libera e a discrezione personale, ma sarà naturale che il gruppo costituito da queste macellerie, progressivamente, si andrà a identificare in un’élite qualitativa. Insomma, quello che abbiamo costituito riunirà il “top” dell’offerta nel comparto. E’ per questo che ci auguriamo che in molti aderiscano al circuito. Ma non ci sarà nulla di discriminatorio in questa nuova squadra, starà ai colleghi decidere se saranno in grado o meno di aderire. A tutti però, preciso che oggi è necessario auto-attivarsi per progredire insieme al mercato odierno, non c’è altra alternativa”.
Non mancheranno, inoltre, i vantaggi per la clientela, che potrà trovare lo stesso piatto non solo nella propria macelleria, ma in più macellerie della provincia, con la garanzia di essere trattata allo stesso modo. Non solo, con l’istituzione del Consorzio verrà garantita una serie di controlli aggiuntivi, che qualificheranno ancor più l’aspetto igienico e quello sanitario dei punti vendita. Da non sottovalutare, poi, il vantaggio primario per il consumatore, ovvero la possibilità di gustare ottimi e freschi preparati, sempre nuovi e diversi.
Dopo i medaglioni di coniglio, sarà la volta delle quaglie ripiene, piatto scelto per il prossimo mese di novembre. Una decisione che rispetta l’orologio delle stagioni e delle tradizioni, offrendo, così, l’opportunità di recuperare pietanze perdute o piatti che i più giovani non conoscono o non sanno come cucinare.



Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico