CONFCOMMERCIO online
mercoledì 12 novembre 2003

ISTER HA PRESENTATO IL PIANO DI MARKETING: “IL MERCATO DI CAMISANO VICENTINO: UN CENTRO COMMERCIALE ALL’APERTO”

fonte: UFFICIO STAMPA CONFCOMMERCIO
L’Ister, l’Istituto per il Terziario che fa capo alla Confcommercio provinciale, ha presentato lunedì scorso, al cinema Lux, nel corso di un incontro aperto a tutta la cittadinanza, i risultati del Piano di Marketing dal titolo “Il mercato di Camisano Vicentino: un centro commerciale all’aperto”.
Alla presentazione sono intervenuti il presidente della Confcommercio di Vicenza Sergio Rebecca, il sindaco di Camisano Eleutherios Prezalis, con l’assessore alle attività produttive Francesco Ferracina, il presidente della Camera di Commercio Dino Menarin e il presidente dei commercianti locali Attilio Vicentini, nonché i tecnici dell’Ister Anna Lusa e Marco Leoni.
Lo studio realizzato, grazie anche agli interventi della Camera di Commercio e del Comune di Camisano Vicentino, ha alla base la verifica e l’analisi sul territorio dello stato dello storico mercato domenicale, privilegiando gli aspetti che ne fanno da sempre un grande centro commerciale all’aperto, in sintonia con l’insieme dei negozi esistenti nel Comune.
Dopo aver delineato i punti di forza e di debolezza, le difficoltà, le possibili linee di valorizzazione del mercato domenicale, il piano mette in luce le caratteristiche dell’attuale offerta commerciale, sia dal punto di vista della qualità, sia della quantità, e mette a fuoco i comportamenti e le abitudini di acquisto della clientela.
L’obiettivo a cui il Piano mirava era di rivedere l’esistente sotto una lente di ingrandimento critica, che tenesse conto di una serie di dati di riferimento e di criteri di confronto, allo scopo di rilanciare la formula e l’espressione del tradizionale mercato.
Dal 1865 questa realtà, infatti, continua ad essere il motivo preponderante che fa di Camisano “Il Paese degli acquisti”. Attualmente il mercato è il più esteso del Veneto, si rivolge a un bacino di utenza molto ampio, è formato da oltre 220 banchi ed è frequentato ogni domenica da 20 mila visitatori. Ma l’intento delle varie parti proponenti il Piano è ora quello di dare nuovo impulso e nuova immagine a tutto il sistema commerciale locale costituito, fra l’altro, da circa un’ottantina di attività in sede fissa nella sola area di mercato.
In questo senso l’analisi dell’Ister ha evidenziato, appunto, i problemi strutturali, ha individuato i servizi maggiormente carenti e i punti di degrado dell’offerta, nonché quelle che sono prassi invalse da tempo e impediscono un ulteriore salto di qualità di un polo commerciale che deve, peraltro, la sua notorietà a elementi di unicità e attrattività, basati su tradizioni locali e abitudini consolidate.
Indagini e interviste ai frequentatori hanno evidenziato pure il livello di qualità e fruibilità del mercato, mentre l’ultima parte del Piano ha rilevato tutte le iniziative futuribili con cui integrare e riqualificare l’offerta e il sistema.
“Il mercato di Camisano vicentino – ha detto il presidente della Confcommercio vicentina Sergio Rebecca nel corso della presentazione dello studio - diventa così un esempio veneto che sottolinea l’importanza di uno strumento moderno di analisi territoriale ed economica, com’è un Piano di Marketing, nell’approccio alla sempre più attuale questione della riqualificazione di un’area commerciale e delle potenzialità in essa contenute. La Confcommercio vicentina da anni privilegia questa via di intervento, perché risulta la più efficace per procedere, con metodo rigoroso, nella programmazione degli interventi da farsi, siano essi pubblici o privati”.
Il sindaco Prezalis si è detto convinto della validità del Piano come strumento a cui fare riferimento per lo sviluppo del commercio camisanese e ha dichiarato che “saranno prossimamente realizzati gli interventi di segnaletica, di potenziamento del servizio pubblico e di revisione della regolamentazione del mercato”, così come suggerito dallo studio.
L’assessore alle attività produttive Francesco Ferracina nel suo intervento ha invece auspicato maggiore sinergia fra coloro che danno vita al mercato: ambulanti, pubblici esercizi, negozianti e pubblica amministrazione, per meglio fruttarne le potenzialità. Soprattutto per quel che riguarda il potenziamento della promozione e della comunicazione, in modo ha dare ancora più visibilità al mercato e ai negozi di Camisano, aperti da sempre tutte le domeniche mattina.
Il presidente della locale delegazione Ascom Attilio Vicentini ha innanzitutto ringraziato l’Amministrazione comunale per quel che finora ha fatto per il commercio locale e per quello che ha intenzione di fare. Ha auspicato infine la realizzazione di un tavolo di concertazione tra negozianti, ambulanti e pubblica amministrazione per realizzare iniziative utili ad attrarre la gente a Camisano non solo la domenica, giorno di mercato, ma anche durante tutta la settimana.
Infine, il presidente della Camera di Commercio Dino Menarin si è detto soddisfatto “perché gli argomenti trattati rappresentano un punto di partenza per un dialogo sempre più proficuo che porti ad una riqualificazione del sistema commerciale di Camisano che ha radici antiche ed è conosciuto in tutta la Regione”.


Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico