CONFCOMMERCIO online
lunedì 23 dicembre 2002

“ACQUISTO SICURO”. ORA GLI AGENTI IMMOBILIARI DANNO LE GARANZIE “ACQUISTO SICURO”. ORA GLI AGENTI IMMOBILIARI DANNO LE GARANZIE

fonte: UFFICIO STAMPA CONFCOMMERCIO
Non si rischierà più di perdere la caparra versata per l’acquisto della casa. Un certificato di assicurazione farà dormire sonni tranquilli alla clientela. L’obiettivo è far ripartire il mercato.

Formula “acquisto sicuro”. Si chiama così la nuova proposta che arriva dall’associazione provinciale agenti immobiliari e affari in mediazione della Confcommercio provinciale. In un mercato immobiliare poco regolamentato, gli acquirenti si sentono poco garantiti e temono di perdere i propri risparmi. Tale situazione, a lungo andare, rischia di ostacolare le transazioni ma anche di bloccare gli interscambi necessari ad adeguare le proprie abitazioni alle esigenze personali, con il risultato di frenare pesantemente il mercato. E’ necessario, dunque, fornire, oltre a un servizio di qualità, determinate certezze che tranquillizzino l’acquirente. In questo modo si dovrebbe riuscire a dare una preziosa spinta, in termini di immagine, di incarichi e di affari, al servizio fornito dagli agenti.
Da qui, la proposta lanciata, nel corso di una recente assemblea, dall’associazione di categoria, allo scopo di offrire alla clientela precise garanzie. Il presidente Rino Filippin illustra così la novità: “In primo luogo si assicura che la caparra verrà restituita qualora il contratto definitivo non venga stipulato nei termini concordati e per ragioni imputabili al venditore. In secondo luogo gli interessi dell’acquirente vengono concretamente tutelati. Infine l’agente immobiliare si impegna a rimborsare provvisoriamente la provvigione fino a quando non l’avrà recuperata dal venditore inadempiente”.
“Insomma – spiega Filippin – l’obiettivo è consentire al cliente di centrare il proprio obiettivo, che è quello di perfezionare ugualmente e in tempi brevissimi l’acquisto della casa”.
La garanzia “acquisto sicuro” funziona così:
nel caso che, per causa riconducibile al venditore, non si giunga alla stipula del rogito nei tempi previsti, l’acquirente potrà metterlo in mora e il rimborso toccherà alla compagnia assicuratrice, che dovrà provvedere al pagamento entro 30 giorni dalla richiesta dell’acquirente e entro 60 giorni dalla data fissata per il rogito. Al momento della liquidazione dell’indennizzo, il mancato acquirente potrà delegare la compagnia ad agire anche per suo conto. Si farà, cioè, una sola azione legale, senza anticipare spese che, al termine del procedimento, verranno ripartite in proporzione alle somme che verranno recuperate.
Per il rilascio delle garanzie, l’agente, prima di presentare al venditore la proposta di acquisto per l’accettazione, trasmetterà alla società che gestisce il servizio il nominativo e il codice fiscale del venditore stesso, mentre a lui verrà comunicata la disponibilità o meno alla concessione delle garanzie. Una volta che la proposta sarà accettata, l’agente potrà richiedere l’emissione del certificato di assicurazione da consegnare al virtuale acquirente. E tutto questo molto rapidamente, praticamente in tempo reale.
Fin qui i termini di “Acquisto sicuro”, una formula che sembra piacere molto agli addetti ai lavori e sulla quale, per di più, c’è già l’adesione della Fimaa, la Federazione nazionale degli agenti immobiliari. Come dire che la proposta parte con il piede giusto. Tanto è vero che le prime adesioni delle agenzie sono attese già per i prossimi giorni.
Nel frattempo si è concluso con successo a metà dicembre il corso di “Preparazione all’esame per agenti di affari in mediazione settore immobiliare”. Le lezioni, per una durata complessiva di 102 ore, erano iniziate lo scorso settembre e avevano visto tra i docenti Corrado Magliocco, della Camera di Commercio, Fernando Lucato e Angelo Bajona. Fra le materie trattate, diritto civile, diritto tributario, urbanistica e altre materie più specifiche del settore immobiliare: il corso, infatti, era preparatorio per sostenere l’esame necessario per l’apertura di un’agenzia immobiliare, esame che si terrà alla Camera di Commercio di Vicenza.
Un analogo ciclo di lezioni verrà ripetuto con inizio a metà gennaio. Le iscrizioni, che sono già aperte, vanno presentate alla sede provinciale della Confcommercio, in Via Luigi Faccio n. 38 a Vicenza.


Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico