CONFCOMMERCIO online
martedì 21 dicembre 2004

“Le macellerie del gusto”: le boutique della carne per qualità, sicurezza e pietanze sfiziose

fonte: UFFICIO STAMPA CONFCOMMERCIO
Chi ama le carni di qualità e vuole l’assoluta sicurezza sul prodotto può ora contare su “Le macellerie del gusto”.
E’ nato infatti in seno all’Associazione Provinciale Macellai Confcommercio questo nuovo marchio che contraddistingue, ad oggi, in città e provincia, trenta piccoli e medi punti vendita al dettaglio di carni, i cui titolari hanno deciso di unirsi ed impegnarsi per garantire al consumatore qualità delle carni, rigore negli standard igienici e la proposta periodica di ricette della tradizione vicentina.
Il cliente potrà distinguere le macellerie aderenti al progetto anche grazie all’insegna luminosa, con il logo dell’iniziativa, installata nella vetrina di ogni negozio.
L’impegno de “Le macellerie del gusto” è quello di promuovere i sapori genuini delle carni, rosse o bianche che siano, facendo riscoprire le pietanze a base di carne più tradizionali, e a volte laboriose, anche attraverso la proposta di un’ampia offerta di “pronto cuoci”, ossia di preparati che necessitano solamente della cottura finale.
Ed è davvero importante l’opera di questi macellai, che non accettano l’idea che i consumatori possano dimenticarsi dei sapori più veri e genuini della cucina berica e rassegnarsi a consumare fettine e hamburger per tutta la settimana. Ma ancora di più apprezzabile è l’impegno assunto dai partecipanti all’iniziativa per garantire l’igiene degli ambienti di lavoro e la sicurezza delle carni.
“Le macellerie del gusto”- spiega Antonio Merenda, presidente dell’Associazione Provinciale Macellai Confcommercio - hanno alle spalle un gruppo di operatori del settore che si sono messi in discussione, hanno cominciato a lavorare assieme e si sono dati delle regole ben precise in materia di autocontrollo dei locali, delle attrezzature e di analisi dei prodotti e si sono impegnati in specifici percorsi di formazione professionale. L’intento del gruppo è stato fin da subito quello di creare un insieme di macellerie top, dove il punto vendita sia curato sotto tutti gli aspetti: dall’igiene, che deve sentirsi nell’aria, alla qualità della merce, alla preparazione del personale, senza rinunciare all’estetica del negozio”.
“Il consumatore, al di la delle polemiche che infuriano sul carovita, è molto attento alla qualità dei prodotti, specie quando si parla di carne. E noi de “Le Macellerie del Gusto” – incalza Claudio Chemello, promotore dell’iniziativa assieme ad altri colleghi – non vogliamo assolutamente tradire le sue aspettative. Anzi, vogliamo portare sulle tavole dei vicentini carni e preparati lavorati con sistemi qualitativamente superiori, che permettano al consumatore di sentire la differenza e di ritornare con soddisfazione nelle macellerie. A fianco dei tagli tipici di carne si potranno trovare anche le pietanze che le nonne un tempo mettevano in tavola, ma che oggi le giovani donne non hanno più tempo di preparare. A questo ci pensiamo noi, offrendo prodotti capaci di combinare, di stagione in stagione, i piatti tipici della tradizione vicentina e i ritmi sempre più frenetici della vita moderna, con in più i migliori consigli su come servirli”.
Un pratico depliant con tutti i passaggi per mettere in tavola la pietanza consigliata verrà distribuito ai clienti interessati e si susseguirà a cadenza bimestrale con diverse ricette, sempre abbinate alla stagione, che avranno il pregio di far riscoprire i gusti e i piaceri della buona tavola.
Ad inaugurare l’esordio natalizio del “Le macellerie del gusto”, c’è ora la “tacchinella ripiena di castagne”, cui si potranno abbinare contorni di verdure al forno, magari patate novelle, cipolline o carciofi ed un buon vino, rigorosamente scelto tra Pinot nero, Cabernet o Tocai bianco.

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico