CONFCOMMERCIO online
giovedì 06 settembre 2018

LA FESTA DEL BACALA', CROCEVIA DEL CIBO ITALIANO E DI PROGETTI FOOD EUROPEI

Dopo l’anteprima del Gran Galà, dal 21 settembre al via la kermesse che trasforma Sandrigo nella capitale del Bacalà alla Vicentina

Il piatto principe della gastronomia berica, il Bacalà alla Vicentina, celebra l’Anno del Cibo Italiano e vede rafforzarsi l’alleanza internazionale per la promozione dello stoccafisso proprio durante la tradizionale Festa del Bacalà di Sandrigo.L’edizione 2018 dell’importante manifestazione promossa dalla Pro Sandrigo, dalla Confraternita del Bacalà alla Vicentina e dal Comune si terrà dal 21 settembre al 1° ottobre e avrà due importanti anteprime: il concerto Sogno Veneziano, che si terrà sabato 15 settembre alle ore 21 al Teatro Arena di Sandrigo e il 9° Gran Galà del Bacalà alla Vicentina, previsto martedì 18 settembre alle ore 20.30, al Campo Sportivo Arena.

Proprio il Gran Galà, che vede protagonisti gli chef del Gruppo Ristoratori della Confraternita, ha deciso di celebrare l’Anno del Cibo Italiano con uno speciale menu, dove il Bacalà alla Vicentina sarà accompagnato da alcuni “classici” della cucina del Belpaese come la Pappa al Pomodoro o l’Uovo alla Rossini, o ancora La Parmigiana. Un’idea originale che ha già conquisto gli estimatori del buon cibo, visto che ben 750 degli 800 posti a disposizione sono già stati prenotati. A quasi dieci anni dall’inserimento del Bacalà alla Vicentina tra i cinque “Alimenti della tradizione italiana” riconosciuti dall’Unione Europea, attraverso il circuito EuroFIR, non c’è dubbio che questa sarà, per gli chef impegnati ai fornelli, l’occasione per spaziare anche fuori dai confini provinciali, dando un saggio di bravura.

D’altronde, il Bacalà alla Vicentina è già un piatto “glocal”, visto che unisce una materia prima di origine norvegese, lo stoccafisso, alla tradizione nostrana. E proprio questa “vocazione” internazionale avrà un altro importante sigillo durate la Festa di Sandrigo. Sabato 29 settembre, nella sala del Municipio, ci sarà la prima conferenza ufficiale del progetto “Skrei Convention”, finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito di “Europa Creativa”. Su invito del Cers (Comitato Europeo Rievocazioni Storiche) guidato dal veneziano Massimo Andreoli, delegazioni dalla Norvegia, dal Portogallo e da altri paesi europei si ritroveranno qui per il “kick off” di un percorso che ha l’obiettivo di creare un movimento artistico internazionale, ispirato dalla storica tradizione gastronomica del merluzzo essiccato. Si inaugurerà dunque a Sandrigo una rete, che già coinvolge alcuni musei, che nei prossimi tre anni valorizzerà il patrimonio gastronomico dello stoccafisso. Un progetto, questo, che si interseca con la Via Querinissima, il percorso che si snoda in 14 Paesi europei ispirato al viaggio del navigatore Pietro Querini, che nel 1431 sancì l’arrivo dello stoccafisso nella Repubblica di Venezia.

Se la Festa del Bacalà alla Vicentina è dunque l’occasione per rafforzare i legami internazionali (con la presenza di delegazioni provenienti dall’Isola di Rost, “giacimento” dello stoccafisso), la manifestazione conferma però la sua vocazione popolare, con ben 45mila estimatori del piatto che, “assaltano” gli stand gastronomici ogni anno. Stand che quest’anno saranno posizionati nella nuova location nell’area verde “Arena” attigua a piazza San Filippo e Giacomo a Sandrigo, e che saranno aperti dal 21 al 23 settembre e dal 27 all’1 ottobre, dalle ore 19.00 (sabato e domenica anche a pranzo dalle ore 11.30).

Tra gli appuntamenti collaterali da non perdere di questa kermesse c’è  “Bacco e Bacalà”, il banco d’assaggio in programma domenica 23 settembre a Villa Mascotto, con vini e, quest’anno, anche birre, da abbinare al baccalà (vedi comunicato in cartella stampa).

Infine, da ricordare la suggestiva cerimonia di investitura dei nuovi confratelli della Confraternita del Bacalà alla Vicentina, che si svolgerà domenica 30 settembre alle ore 10.00. Dopo la sfilata delle Confraternite provenienti da tutta Italia e dei Bacalà Club, sarà il Priore Galliano Rosset a “benedire”, con un grande stoccafisso, i nuovi adepti del piatto, i cui nomi, come da tradizione, rimangono rigorosamente top secret.

 Per tutti i curiosi e appassionati che vogliono saperne di più sulla Festa del Bacalà alla Vicentina di Sandrigo e conoscere nei particolari il programma, c’è anche una novità: l’esordio, proprio per l’edizione 2018, del nuovo sito dedicato, all’indirizzo festadelbaccala.com.



Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico
BANDO
BANDO
NEWS IMPRESENEWS IMPRESE
Vedi tutte >
CERCHI UN RISTORANTE?

Bar - Pizzerie - Locali da ballo

CERCHI UN HOTEL?