CONFCOMMERCIO online
giovedì 20 dicembre 2018

MEZZI PESANTI: DIVIETI DI CIRCOLAZIONE NEL 2019

Calendario e Direttive per i divieti di circolazione fuori dai centri abitati dei veicoli pesanti nel 2019

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti ha impartito, con il decreto n. 525 del 4 Dicembre 2018, le direttive per la limitazione della circolazione, fuori dai centri abitati, dei veicoli e dei complessi di veicoli, adibiti al trasporto di cose, di massa complessiva massima autorizzata superiore a 7,5 t. e dei veicoli eccezionali, di quelli adibiti a trasporti eccezionali e dei veicoli trasportanti merci pericolose.
Il provvedimento ha obiettivo di garantire migliori condizioni di sicurezza nei periodi di maggiori traffico.

Significative le novità introdotte quest'anno, tra le quali si segnalano, in particolare:

  • L'introduzione di disposizioni più favorevoli per la durata dei divieti di circolazione (ritardi dell'entrata in vigore e anticipazione del termine) per i trasporti aventi origine/destinazione nel porto di Genova;
  • L'ampliamento dei nodi logistici intermodali che beneficiano dell'anticipo di 4 ore della fine del divieto di circolazione;
  • L'estensione dell'esenzione dai divieti di circolazione per tutti i veicoli impegnati in trasporti intermodali strada-mare, diretti ai porti per utilizzare le tratte marittime comprese nel cosiddetto "marebonus" (dm 31/01/2017) indipendentemente dalla natura nazionale o internazionale del tragitto;
  • Una più rigorosa disciplina delle autorizzazioni alla circolazione in deroga;
  • Una modifica della disciplina dei divieti di circolazione per i trasporti in regime ADR.

 L'art. 9 del Decreto disciplina le condizioni per la circolazione in deroga ai divieti che, per motivi di assoluta e comprovata necessità e urgenza le Prefetture possono autorizzare secondo le circostanziate modalità e le procedure disciplinate ai successivi artt. 10 e 11 del Decreto.

In particolare, potrà essere autorizzata la circolazione in deroga per:

  • Trasporto di prodotti agricoli diversi da quelli in precedenza indicati tra le esenzioni, al fine di evitarne il deterioramento, a condizione che tali esigenze siano riferibili a situazioni particolari, debitamente documentate, temporalmente e spazialmente limitate e quantitativamente definite;
  • Trasporto di alimenti destinati agli animali da allevamento, con veicoli diversi da quelli indicati in precedenza tra le esenzioni, al fine di consentirne il continuo approvvigionamento, a condizione che tali esigenze siano riferibili a situazioni particolari debitamente documentate, temporalmente e spazialmente limitate e quantitativamente definite;
  • Trasporto di materiali e attrezzature diretti o provenienti da cantieri edili per la realizzazione di opere di interesse nazionale, destinati a specifiche attività e lavorazioni, che per le loro particolari caratteristiche o per le tecnologie utilizzate, richiedono necessariamente un approvvigionamento o uno smaltimento in continuo dei suddetti materiali e attrezzature;
  • Trasporto di prodotti dell'industria a ciclo continuo, qualora i sistemi produttivi e l'organizzazione della filiera di distribuzione richiedano necessariamente l'immediato trasferimento di tali prodotti;
  • Circolazione di veicoli utilizzati per lo svolgimento di fiere e mercati, a condizione che sia presentata idonea documentazione attestante la necessità della circolazione nei periodi di vigenza del divieto;
  • Circolazione dei veicoli utilizzati per lo svolgimento di spettacoli dal vivo e manifestazioni sportive, a condizione che sia presentata idonea documentazione attestante la necessità della circolazione durante i divieti;
  • Circolazione di veicoli eccezionali o in condizioni di eccezionalità, (art. 10 del C.d.S.), limitatamente a specifiche autorizzazioni per viaggi singoli, il cui transito non possa essere programmato al di fuori del periodo di vigenza del divieto, od eventualmente non possa essere interrotto;
  • Circolazione di veicoli provenienti dall'estero esclusivamente per il raggiungimento di aree attrezzate per la sosta o autoporti, siti in prossimità della frontiera;
  • Altri casi di comprovata e assoluta necessità e urgenza di trasporti di merci, necessarie a soddisfare emergenze particolari e specifiche.

 Per il calendario e le disposizioni diverse e particolari si rinvia alla lettura del Decreto scaricabile dal link a fondo pagina.



DOWNLOAD

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico
BANDO
BANDO
NEWS IMPRESENEWS IMPRESE
Vedi tutte >
CERCHI UN RISTORANTE?

Bar - Pizzerie - Locali da ballo

CERCHI UN HOTEL?