CONFCOMMERCIO online
DELIBERA ANTI SMOG, IL PRESSING DELLE IMPRESE
DELIBERA ANTI SMOG, IL PRESSING DELLE IMPRESE
giovedì 03 gennaio 2019

DELIBERA ANTI SMOG, IL PRESSING DELLE IMPRESE

Comune, Aci e Categorie scrivono al ministro Costa e all'assessore regionale Bottacin. Intanto il Comune prevede una "finestra" per i mezzi commerciali

Comune, Aci e categorie economiche (Confcommercio, Confindustria, Apindustria Confimi, Confartigianato, Confesercenti, Cna) hanno firmato nei giorni scorsi nella sala degli Stucchi di Palazzo Trissino una lettera indirizzata al Ministro dell’Ambiente Sergio Costa e all’assessore regionale all’Ambiente Giampaolo Bottacin per chiedere una mitigazione dei disagi causati dall’Accordo Padano, che ha introdotto pesanti limitazioni alla circolazione veicolare in chiave antismog.

“Tutto il territorio – ha dichiarato il sindaco Francesco Rucco alla conferenza stampa in cui è stata ufficializzata e firmata congiuntamente la lettera - sta patendo decisioni volute dal Governo, dal Ministro e dalle Regioni del Nord con l’Accordo Padano valido per tutto il Nord Italia, con limitazioni al traffico che arrivano a coinvolgere i veicoli Euro 4, a seconda dei livelli di inquinamento da pm10. Siamo preoccupati, perché il recente blocco scattato per 3-4 giorni ha creato tanti e notevoli disagi ai cittadini e sta mettendo in difficoltà tutti. È nata così una lettera nell’ambito del tavolo di confronto istituito in questi mesi tra amministrazione comunale, Aci e categorie economiche, una lettera assai significativa proprio per la larga condivisione, in cui evidenziamo le criticità dei provvedimenti sulla circolazione dei veicoli, affinché Governo e Regione prendano atto delle conseguenze che tali provvedimenti hanno sulla cittadinanza, in particolare su famiglie e mondo produttivo, e certamente anche sulle amministrazioni locali in quanto a responsabilità. Il nostro vuole essere uno stimolo – ha precisato -, un’azione politica in materia di mobilità sostenibile, che va però perseguita a tutti i livelli: non basta dichiararlo alla stampa come programma di governo, bisogna poi realizzarlo anche in concreto”.

Grazie al confronto con il tavolo tecnico e ai suggerimenti emersi nei vari incontri, l’amministrazione ha anche deciso di rivedere l’ordinanza antismog entrata in vigore a inizio novembre. Dopo la pausa natalizia (attiva fino al 6 gennaio), saranno previste nuove deroghe specifiche. Una in particolare è stata richiesta da Confcommercio Vicenza: riguarda i veicoli commerciali  e la necessità di prevedere delle "finestre" temporali di accesso alla zona off limits. La modifica della delibera comunale prevede l'accesso dei veicoli commerciali ad alimentazione diesel classificati Euro 3 ed Euro 4, unicamente per attività di carico/scarico merci dalle ore 8.30 alle 9.30 e dalle ore 12.30 alle 15.30 (i conducenti dovranno a tal proposito esibire un documento di trasporto o consegna merce adeguatamente compilato e datato). L'altra deroga, richiesta invece da Confindustria, permette la circolazione dei veicoli di cantieri edili e stradali dalle 8.30 alle 11 e dalle 15 alle 17.30.

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico
BANDO
BANDO
NEWS IMPRESENEWS IMPRESE
Vedi tutte >
CERCHI UN RISTORANTE?

Bar - Pizzerie - Locali da ballo

CERCHI UN HOTEL?