CONFCOMMERCIO online
LE NOVITA' DELLA FINANZIARIA 2019 IN MATERIA DI LE
LE NOVITA' DELLA FINANZIARIA 2019 IN MATERIA DI LE
giovedì 10 gennaio 2019

LE NOVITA' DELLA FINANZIARIA 2019 IN MATERIA DI LEGISLAZIONE DEL LAVORO

Tra queste: la riduzione dei premi INAIL, come richiesto da Confcommercio. Aumentano anche delle sanzioni per il lavoro sommerso

La Legge di bilancio 2019  contiene alcune disposizioni che interessano le imprese sul fronte della legislazione del lavoro. Vediamo in sintesi quali sono queste misure 

 PREMI INAIL  RIDOTTI DEL 30%  PER LE AZIENDE

Più volte richiesta da Confcommercio tale riduzione consentirà alle imprese un taglio dei costi dei premi per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali  con un risparmio che sfiorerà il 30 per cento.

La revisione, oltre a portare a nuovi criteri di calcolo per le prestazioni erogate dall’Istituto, comporterà anche una proroga per le autoliquidazioni.

La scadenza del 31 dicembre 2018 per l’invio all’INAIL delle basi di calcolo è stata infatti  rinviata al 31 marzo 2019, mentre è stata rinviata al 16 maggio 2019 la scadenza inerente il pagamento del premio.

In caso di pagamento del premio in quattro rate, i termini di scadenza della prima e della seconda rata per il 2019  sono unificati al 16 maggio del medesimo anno.

 

INAIL TAGLIO ANCHE ALLE RENDITE ED INDENNIZZI

La revisione delle tariffe dei premi INAIL, prevista dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2021, comporterà minori entrate per l’Istituto di assicurazione contro gli infortuni sul lavoro quantificate in 410 milioni di euro per il 2019, 525 milioni per il 2020 e 600 milioni per il 2021.

A copertura delle minori entrate, un emendamento  DdL di Bilancio 2019 presentato in Senato, prevede un progressivo taglio delle misure ad oggi esistenti, nonché delle rendite e degli indennizzi sugli infortuni. In futuro potrebbero, quindi, esserci significativi cambiamenti in materia.     

 

CONTRASTO AL LAVORO SOMMERSO  E TUTELA DELLA SALUTE E SICUREZZA SUI  LUOGHI DI LAVORO

Al fine di rafforzare l’attività di contrasto al lavoro sommerso e irregolare, nonché per garantire maggior tutela della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro,  la legge di Bilancio 2019  (comma 445) prevede la facoltà per l’Ispettorato Nazionale del Lavoro di aumentare il proprio organico mediante l’assunzione di personale ispettivo nella misura di circa 1.000  persone nel triennio 2019 – 2021.

Inoltre, la legge interviene anche su alcune sanzioni in materia di lavoro e legislazione sociale.

In particolare sono aumentate del 20% le sanzioni connesse:

  • all’impiego di lavoratori subordinati senza preventiva comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro da parte del datore di lavoro privato;
  • agli appalti ed ai distacchi non genuini
  • alla mancata comunicazione preventiva di distacco transnazionale ed agli obblighi amministrativi a carico dell’impresa distaccante
  • al mancato rispetto delle disposizioni relative al limite massimo dell’orario settimanale medio, al riposo settimanale, alle ferie annuali ed al riposo giornaliero

Sono aumentate del 10% tutte le sanzioni previste dal D.Lgs n. 81/2008 (in materia di tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro), sanzionate in via amministrativa o penale.

Le predette somme sono raddoppiate qualora, nei tre anni precedenti, il datore di lavoro sia stato sanzionato per i medesimi illeciti.

 

BONUS OCCUPAZIONE PER LE GIOVANI ECCELLENZE

I datori di lavoro privati che assumono con contratto a tempo indeterminato giovani entro i 30 anni  in possesso di laurea magistrale con votazione 110 e lode e con una media ponderata di almeno 108/110 possono godere dell’esonero contributivo per 12 mesi nel limite di euro 8.000.

 

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

I percorsi scuola- lavoro sono stati ridotti nella seguente misura:

  • 210 ore nel  triennio istituti professionali;
  • 150 ore  nel secondo biennio e ultimo anno Istituti tecnici;
  • 90 ore  nel secondo biennio e quinto anno dei licei.

 

CREDITO D’IMPOSTA SPESE DI FORMAZIONE
Si applica anche alle spese di  formazione sostenute nel periodo  d’imposta 2019.

 

CONGEDO OBBLIGATORIO DEL PADRE LAVORATORE
Nel 2019 aumenta da 4 a 5 giorni il congedo obbligatorio retribuito, da fruire entro 5 mesi dalla nascita del figlio, a favore del padre lavoratore dipendente.

Per maggiori informazioni è a disposizione l'Ufficio Relazioni sindacali di Confcommercio Vicenza (tel. 0444 964300).

 

 

 



Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico
BANDO
BANDO
NEWS IMPRESENEWS IMPRESE
Vedi tutte >
CERCHI UN RISTORANTE?

Bar - Pizzerie - Locali da ballo

CERCHI UN HOTEL?