CONFCOMMERCIO online
Il municipio di Monticello C.te Otto
Il municipio di Monticello C.te Otto
mercoledì 20 febbraio 2019

MONTICELLO CONTE OTTO: MENO IMU E TASI SE SI RIAPRONO NEGOZI SFITTI

La decisione dell'Amministrazione Comunale maturata grazie anche al positivo dialogo con la locale Delegazione Confcommercio

Favorire l’apertura di nuove attività nei settori del commercio al dettaglio e della somministrazione di alimenti e bevande con agevolazioni sui tributi locali IMU e TASI. E’ quanto deliberato dal Comune di Monticello Conte Otto, tra i primi del Vicentino a raccogliere l’invito e le proposte della Confcommercio provinciale in tema di azioni sulla fiscalità locale in grado di agire anche come incentivo alla riqualificazione del tessuto urbanistico-commerciale, con benefici che si rifletteranno non solo sulle attività economiche, ma su tutta la cittadinanza.
La decisione dell’Amministrazione Comunale di Monticello Conte Otto, grazie anche al positivo dialogo avviato da tempo con la locale Delegazione Confcommercio, fa leva sui vantaggi fiscali per i proprietari di immobili che prevedono di aprire direttamente o concedere in affitto per il triennio 2019-2021 l’immobile a nuovi negozi o pubblici esercizi nell’intero territorio comunale.
In sostanza un incentivo per concordare canoni di affitto più convenienti a chi vuole aprire un’attività laddove le “saracinesche” erano abbassate.
L’agevolazione, deliberata dal Consiglio Comunale, consiste nella riduzione allo 0,50% dell’aliquota IMU (contro lo 0,88% dell’aliquota ordinaria) e allo 0,16% per quanto riguarda la TASI (contro lo 0,18 % per le altre attività commerciali e artigianali o industriali), per gli edifici della categoria catastale C1, nei quali vengano, appunto, aperte nuove attività imprenditoriali nei settori del commercio al dettaglio e della somministrazione di alimenti e bevande.
“L’Amministrazione che rappresento - dichiara il Sindaco Claudio Beninca’ - si è sempre dimostrata sensibile ed al fianco del tessuto produttivo e commerciale del territorio, in particolare in questo periodo storico così difficile per le attività di vicinato. Con il provvedimento fiscale agevolativo approvato in sede di Bilancio di Previsione, si è voluto dare un segnale tangibile, ma soprattutto concreto, per incentivare i proprietari di immobili a sostenere l’insediamento di nuovi negozi ed esercizi in quei locali che altrimenti rimarrebbero chiusi. Cercare di contrastare il fenomeno delle “serrande abbassate”, ormai sempre più diffuso nelle città e nei comuni, è un dovere civile e civico, perché difende la qualità dei luoghi e dei servizi che il nostro territorio può offrire. Sono certo che questo provvedimento darà presto i suoi frutti”.
“Con questa decisione il Comune dà un ulteriore segnale della sua attenzione al ruolo del commercio di vicinato per la vitalità del paese – sottolinea Mario Cavaliere, presidente della Delegazione Confcommercio di Monticello C.te Otto –. L’auspicio è che questo “sconto” sui tributi spinga i proprietari a mettere sul mercato gli immobili sfitti a canoni convenienti e costituisca, dunque, un volano per nuove aperture di attività, andando a ricostruire il tessuto commerciale delle vie e delle piazze”.

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico
BANDO
BANDO
NEWS IMPRESENEWS IMPRESE
Vedi tutte >
CERCHI UN RISTORANTE?

Bar - Pizzerie - Locali da ballo

CERCHI UN HOTEL?