CONFCOMMERCIO online
mercoledì 30 aprile 2003

COMMERCIANTI: BENE GLI SCONTI SUI PARCHEGGI, ASPETTANDO LE MODIFICHE AI PARCOMETRI

fonte: UFFICIO STAMPA CONFCOMMERCIO
Le richieste fatte all’assessore Cicero per migliorare la viabilità e l’acceso alle attività commerciali in un incontro promosso dalla Confcommercio

“Un provvedimento di buon senso che non può che essere accolto positivamente”. E’ questo il commento del presidente della sezione 1 dell’Ascom, Luciano Pozzan, alle decisioni prese ieri dalla Giunta comunale sulla sosta in centro storico, su proposta dell’assessore alla mobilità Claudio Cicero . ”Queste scelte sono state discusse con l’assessore e i commercianti della città – spiega Pozzan – nel corso di un incontro, promosso dalla Confcommercio, che si è tenuto lo scorso 24 aprile in assessorato. La richiesta di ridurre il costo del parcheggio in determinate zone della città è stata la sintesi delle molte discussioni sul tema che, da parte dei commercianti, sono state motivate dalla necessità di non vedere ulteriormente diminuiti i flussi di clientela, in seguito alle modifiche della viabilità o per le croniche difficoltà di parcheggio”.
“Ora attendiamo che in tempi brevissimi - precisa Pozzan – si modifichino i parchimetri per fare in modo che effettivamente di possa lasciare l’auto in sosta un quarto d’ora, inserendo solo 10 centesimi o 20 centesimi, a seconda della zona. Attualmente non lo si può ancora fare”.
Durante l’incontro, oltre alla proposta di ridurre il prezzo minimo del parcheggio in determinate aree e agevolare così gli acquisti veloci e un maggiore ricambio delle auto in sosta, i commercianti hanno presentato all’assessore Cicero altre richieste relative all’area di Borgo Casale, al quartiere Santa Caterina e a Contrà S. Bortolo- Piazza Marconi.
Per Borgo Casale i negozianti, dopo aver evidenziato che il senso unico e la delimitazione di posti blu (a pagamento) su entrambi i lati della via hanno sensibilmente ridotto il flusso della clientela, hanno concordato con la necessità di ridurre l’importo minimo accettato dai parcometri a 0,10 centesimi di euro. Nello stesso tempo hanno ottenuto l’impegno dell’assessore a favorire il parcheggio delle auto dei volontari e degli utenti della Lega Italiana per la lotta ai Tumori, che ha sede lungo la via, nelle aree comunali nelle vicinanze, lasciando perciò più spazio per la sosta a rotazione, e di meglio individuare le aree delimitate da strisce gialle, utili per il carico–scarico merci, in corrispondenza dei tratti della via dove vi è una maggiore concentrazione di attività commerciali.
Anche per la zona di Santa Caterina, recentemente interessata dal “ridisegno” della sosta delle auto con l’apposizione di strisce blu un po’ ovunque, i commercianti hanno ottenuto di fissare la sosta minima a una tariffa ridotta di 0,20 € e di prevedere l’installazione di almeno un altro parchimetro, poiché attualmente l’area è dotata di un unico tassametro che, data l’ubicazione, scoraggia la clientela a percorrere il lungo tratto che dai negozi porta alla macchinetta del ticket.
Altro argomento caldo è stato la modifica viaria attorno a Piazza Marconi, in zona S. Marco, cambiamento che da tempo focalizza l’interesse dei commercianti e degli abitanti.
Gli operatori commerciali della zona, e quelli di Contrà San Bortolo che “subiscono” i disagi e le “code” causate da una rotatoria a San Bortolo che deve essere perfezionata, hanno rappresentato all’assessore Cicero il disagio ed il danno, in termini di minori introiti e di calo della clientela, derivanti dalla nuova viabilità. La discussione successiva ha portato analizzare molti pareri e proposte, ma sinteticamente, nonostante gli interessi contrapposti degli operatori delle vie interessate dalle recenti modifiche alla viabilità, la richiesta più forte è stata quella di ritornare, finita la sperimentazione promessa, alla situazione precedente. L’unica possibilità per accettare l’attuale viabilità potrebbe essere rappresentata - hanno ribadito i sostenitori della proposta - da una rapida realizzazione del parcheggio a raso, di 180-200 posti macchina a fianco dell’ospedale, da anni promesso e i cui lavori non sono stati ancora appaltati. Solo alla realizzazione del parcheggio, come promesso pubblicamente dagli assessori in un’animata assemblea della zona San Marco, si potrebbe pensare di modificare stabilmente la viabilità della zona, ridisegnando il traffico attorno alla scuola “Da Porto”.


Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico