CONFCOMMERCIO online
lunedì 19 maggio 2003

AMBULANTI FIVA – CONFCOMMERCIO, BENE I RIBASSI DELLA TIA

fonte: UFFICIO STAMPA CONFCOMMERCIO
Il presidente Girardello: “E’ una misura accettata dal Comune a fronte dell’impegno degli operatori a lasciare pulita l’area di mercato”

Dopo l’incontro che si è svolto ieri tra i rappresentanti della Fiva-Confcommercio, alcuni operatori, gli assessori Faresin e Zocca e le Aim, capeggiate dall’ingegner Casolin, si stanno quietando i malumori degli ambulanti, particolarmente accessi dopo aver constatato i rincari esorbitanti della tassa rifiuti, comunicati con le ultime bollette. Gli aumenti, di quella che correttamente viene chiamata Tariffa Igiene Ambientale, erano infatti mediamente più che raddoppiati, rispetto a quanto corrisposto negli agli anni precedenti. La decisione annunciata ieri dagli assessori Faresin e Zocca di ribassare, per i primi sei mesi del 2003, del 50 per cento gli importi della TIA a carico degli ambulanti e di restituire le somme non dovute a quanti nel frattempo avessero già pagato, è stata ben accolta dalla categoria, che ha visto così accettate le proprie istanze.
“Siamo soddisfatti del risultato ottenuto – afferma Adriano Girardello, il presidente dell’Associazione provinciale della Fiva Confcommercio – perché frutto di disponibilità, confronto e collaborazione tra le parti per risolvere un problema, quello dei notevoli rincari della tassa rifiuti, che diversamente avrebbe creato serie difficoltà a moltissimi commercianti ambulanti. La riduzione del 50 % degli importi dovuti per i primi sei mesi del 2003 è una misura accettata dal comune a fronte dell’impegno da parte nostra di provvedere alla pulizia e al ripristino dell’area in cui vengono svolti i mercati. In pratica, la riduzione è stata possibile perché ogni operatore d’ora in poi sarà responsabile della pulizia del suolo al di sotto e attorno all’area di vendita al termite dell’attività. E’ infatti il costo di questo servizio che, come hanno confermato gli assessori e le Aim, ha innescato i rincari più rilevanti della Tia. Secondo i calcoli che si sono potuti fare, una volta a regime, il fatto di responsabilizzare ogni operatore alla raccolta dei rifiuti prodotti dalla propria attività potrà comportare una riduzione del costo del servizio, ora in carico alle Aim, di circa il 40%”.
Il regolamento sulla pulizia delle aree di mercato verrà steso a fine mese e sarà il risultato dei lavori del tavolo tecnico tra associazioni sindacali, operatori, Aim e amministrazione comunale.
“La collaborazione e l’impegno di tutti gli operatori dei mercati – dice Girardello - è ovviamente fondamentale per il buon esito della decisione, poiché la disattenzione di qualcuno può alla fine penalizzare tutti gli altri. Per questo fin d’ora stiamo dando informazioni a tutti i nostri associati e abbiamo intenzione di individuare alcuni responsabili del servizio per ogni mercato. Speriamo, inoltre, che l’accordo fatto per Vicenza possa poi essere preso a modello da altri comuni”.


Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico