CONFCOMMERCIO online
giovedì 14 marzo 2002

VENDITA ED UTILIZZO DI VALORI POSTALI

fonte: UFFICIO STAMPA CONFCOMMERCIO
La FIT: per i tabaccai, francobolli in lire fino al 30 giugno 2002. Nessun limite per i cittadini
Un’ulteriore precisazione in tema di valori postali in lire e in lire/euro viene dalla FIT, la Federazione Italiana Tabaccai aderente a Confcommercio.
Sulla base di quanto esposto in una recente circolare delle Poste Italiane S.p.a., i tabaccai potranno legittimamente acquistare, fino al 30 giugno 2002, francobolli con il valore espresso sia in lire che in euro e francobolli in lire, questi ultimi nel caso si riscontrino a livello locale effettive carenze di valori postali.
Inoltre, entro la stessa data, i tabaccai potranno vendere tutte le scorte di carte valori sino a quel momento acquistate.
La FIT ricorda anche che nulla è variato circa la possibilità per i cittadini di utilizzare i suddetti francobolli illimitatamente nel tempo.

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico