CONFCOMMERCIO online
lunedì 12 marzo 2001

VIDEOCONFERENZA ALLA CONFCOMMERCIO DI VICENZA

Diretta con i responsabili del ministero delle Finanze per parlare di Unico 2001

Sono stati oltre 150 i partecipanti alla video conferenza che si è svolta oggi nella sede della Confcommercio di Vicenza sul tema “Unico 2001, le novità delle dichiarazioni fiscali per il 2000” che ha visto fra i relatori Walter Capaldi, direttore dichiarazioni fiscali del ministero delle Finanze, e Lelio Cacciapaglia, anch’egli del ministero.
Il convegno, aperto agli ordini professionali, in particolare a dottori commercialisti, ragionieri e consulenti del lavoro, ha inaugurato il nuovo sistema di collegamento tra le Ascom aderenti al progetto “Video Con”. In pratica, l’incontro si è svolto a Trento, città dove ha sede la società nazionale di elaborazione dati e consulenze fiscali per gli operatori del settore commercio, la Seac s.p.a., mentre nelle sale collegate in video conferenza moltissimi interessati hanno potuto seguirne, in diretta, i lavori azzerando le dispendiose perdite di tempo e i costi di trasferimento.
““Video Con” è anche il nome della società che gestisce questo nuovo sistema di comunicazione, particolarmente utile nel campo della formazione e dell’aggiornamento – spiega Andrea Gallo, direttore della Confcommercio di Vicenza- . Si tratta di un organismo costituito per un terzo da Con Ascom, consorzio formato da 15 tra le maggiori associazioni mandamentali Ascom d’Italia, per un terzo dalle Confcommercio provinciali e il rimanente dalla Seac s.p.a.. La validità di questo progetto è stata dimostrata oggi, con centinaia di persone che hanno potuto comodamente seguire dalla nostra sede un interessante incontro di aggiornamento e di confronto su temi di attualità, dialogare in video con gli autorevoli relatori del convegno e ricevere, dagli stessi, risposte immediate ai quesiti più urgenti in materia fiscale”.
“Il successo di questa iniziativa – conclude Gallo – è motivo per continuare la strada intrapresa dall’Associazione di porsi come punto di riferimento in materia fiscale e previdenziale, non solo per le aziende associate, ma anche per gli ordini professionali della provincia e di offrire servizi in sintonia con l’evoluzione della tecnologia e dei tempi”.

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico