CONFCOMMERCIO online
martedì 15 maggio 2001

RISULTATI ELETTORALI

“Assistiamo ad una sostanziale polarizzazione dei consensi che può essere letta come forte desiderio di chiarezza delle linee politiche e di richiesta di atteggiamenti coerenti con le stesse” – commenta Sergio Rebecca, presidente della Confcommercio vicentina analizzando i risultati delle elezioni politiche -.
“L’alta affluenza al voto – continua Rebecca - conferma la buona abitudine italiana a non disinteressarsi della cosa pubblica e a esprimersi sui programmi di questo o quel partito. Per quanto riguarda il voto espresso dalla nostra provincia, il successo della Casa delle Libertà riflette il desiderio di cambiamento nei confronti di un Governo che non ha saputo dare risposte alle aspettative in materia di infrastrutture e soluzioni adeguate ad altri problemi generali quali l’escalation della criminalità o la semplificazione fiscale, per citare solo i temi più evidenti. Per gli operatori del terziario, inoltre, la delusione per il “decreto Bersani”, riforma “calata dall’alto” di un settore particolare com’è il commercio, e la disattenzione generale per le problematiche del terziario, hanno contribuito ad indirizzare la scelta di voto. Inoltre, buona parte del successo della Casa delle Libertà va probabilmente attribuito anche all’impegno in materia di federalismo, nella logica degli accordi tra i partiti della coalizione”.
“Ora rimane da verificare – conclude Rebecca – se i numeri alla Camera e al Senato e l’effettiva determinazione politica potranno superare le obiettive, gravi difficoltà economiche e finanziarie del nostro Paese e la complessità di realizzare accordi stabili ed efficaci per mantenere le promesse elettorali”.



Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico