CONFCOMMERCIO online
lunedì 02 febbraio 2004

PIANO DI MARKETING DAL CENTRO STORICO

fonte: UFFICIO STAMPA CONFCOMMERCIO
Si concretizzano le strategie individuate nel Piano di marketing per il centro storico: ieri, ufficialmente si è insediato il tavolo di coordinamento che avrà il compito di monitorare i vari interventi rivolti a rivitalizzare il cuore della città e fare da collante fra Comune, la Camera di commercio e l’Ascom, gli enti promotori del piano.
All’incontro, svoltosi nella sede della Confcommercio di via Faccio, hanno partecipato gli assessori allo sviluppo economico Ernesto Gallo e al turismo Pietro Magaddino, Paola De Rosso della Camera di commercio e per l’Ascom il presidente della sezione territoriale n.1 Luciano Pozzan, il direttore Andrea Gallo e alcuni funzionari. L’istituzione di uno specifico tavolo di coordinamento chiamato a fare da regia di tutte le attività finalizzate all’attuazione del Piano di marketing recentemente aggiornato dall’Ister, era stato uno dei principali input indicati dagli esperti dell’Istituto per il Terziario che, come noto, fa capo alla Confcommercio di Vicenza . E questo primo passo, ritenuto di primaria importanza, diventa perciò la premessa per mettere a fuoco, sempre sul fronte della stretta collaborazione, sia le linee di indirizzo che dovranno caratterizzare nel prossimo futuro quest’azione comune, sia il ventaglio di iniziative che faranno da corredo operativo sotto l’aspetto dell’attrattività commerciale e turistica del centro storico di Vicenza. Insomma, si parte da una sorta di patto fra pubblico e privato per fare squadra, avviare programmi condivisi, lanciare un cartello di manifestazioni accompagnato da una tempestiva e articolata campagna di pubblicizzazione, ed effettuare periodiche verifiche, a cadenza possibilmente mensile, del lavoro concordato e portato avanti.
Per quanto riguarda il Comune questo impegno a 360 gradi, che coinvolge tre assessorati – lo sviluppo economico, la cultura e il turismo – nasce in una fase molto importante, in quanto in queste settimane si sta completando il programma delle iniziativa da portare al prossimo Bit di Milano. Sarà fondamentale, quindi, anticipare il più presto possibile il quadro completo degli eventi agli operatori commerciali perché si sentano partecipi in prima linea di una strategia per la città che ha bisogno di uno sforzo congiunto. E in questo senso è stato varato un primo piano di interventi. Primo: si costruirà un pacchetto che consenta di migliorare la fruibilità del centro durante le domeniche di apertura dei negozi. Da una parte, cioè, un calendario di manifestazioni, e, dall’altra, il completamento delle aree di parcheggio, ma anche una nuova offerta di ristorazione e tutto ciò che serve a calamitare le presenze.







Secondo: avviare la collaborazione con la neonata associazione delle guide turistiche, costituita dall’Ascom, per creare e gestire nuovi itinerari alla scoperta della Vicenza artistica e storica, e vagliare anche la possibilità di creare un nuovo information-point a ridosso del parcheggio di viale Verdi. Terzo: porre in atto un programma di formazione agevolata dei commercianti, non solo come apprendimento di lingue straniere ma anche per approfondire la conoscenza del patrimonio culturale locale e proporsi a vicentini e turisti come principali operatori dell’accoglienza.
Non più solo, dunque, il mercatino dell’antiquariato alla seconda domenica del mese, ma una serie di operazioni allargate a tutti i settori. Non più la politica degli episodi slegati e a sé stanti, ma, come detto, un insieme organico di idee e di attività con cui finalmente chiudere il cerchio di un rilancio del centro storico che si attende da anni. E una prima ricognizione di proposte concrete si farà in tempi brevissimi. Questo l’impegno ufficialmente preso dal nuovo tavolo di coordinamento.



Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico