CONFCOMMERCIO online
lunedì 01 marzo 2004

FREDDO E NEVE NON BLOCCANO VICENZAGRI

fonte: UFFICIO STAMPA CONFCOMMERCIO
Il freddo e la neve dei giorni scorsi non hanno bloccato Vicenzagri. La settima edizione della più grande fiera per l’agricoltura del Vicentino, organizzata dall’Associazione provinciale macchine e attrezzi agricoli e boschivi della Confcommercio, con il contributo della Camera di Commercio e della Banca Popolare di Vicenza, ha infatti vinto sul maltempo.
Quasi otto mila le presenze registrate nel week end di gelo nell’area espositiva del Foro Boario, a Vicenza Est, per un totale di 16 mila metri quadri di esposizione e 78 espositori provenienti da provincia e dintorni.
“Un successo - commenta così Riccardo Zambon, presidente provinciale dell’Associazione di categoria-. Se si tiene conto delle condizioni del tempo, del blocco lungo le autostrade che ha impedito l’arrivo di alcune macchine agricole già pronte per l’esposizione, e dei diversi centimetri di neve che ci circondavano un po’ ovunque, la rassegna non poteva registrare numeri migliori”.
Un segno questo, sottolinea così Zambon, di come l’appuntamento fieristico del Vicentino “sia diventato, ormai, un evento significativo per l’intero comparto.”
“In un momento di stagnazione del settore, come quello attuale- precisa infatti il presidente-, l’opportunità di disporre di una vetrina apprezzata e specialistica, come quella di Vicenzagri, ha assunto un significato molto particolare. Per gli esperti del mestiere, passare in rassegna tutte le novità del comparto, vedere da vicino le caratteristiche tecniche dei prodotti e avviare un contatto diretto con i rivenditori al fine di eventuali acquisti, si è dimostrata una buona soluzione per far fronte alla contrazione che sta investendo, purtroppo, tutti comparti dell’economia italiana”.
Utile occasione di aggiornamento tecnico-professionale per agricoltori, conto-terzisti e allevatori, la mostra ha costituito un proficuo punto di incontro, in tutto il Triveneto, tra produttori e commercianti da un lato e addetti ai lavori dall’altro.
Unici grandi assenti nella giornata di domenica, gli hobbisti e gli appassionati del garden e del fai te, che in fiera disponevano di oltre duemila metri quadrati di esposizione nel “salone” appositamente dedicato al giardinaggio e al bricolage.


Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico