CONFCOMMERCIO online
giovedì 27 maggio 2004

CORRISPONDENZA IN RITARDO PER I RESPONSABILI DEL SERVIZIO IL PROBLEMA E’ SUPERATO

fonte: UFFICIO STAMPA CONFCOMMERCIO
L’assicurazione di una azione tempestiva contro i disguidi arrecati ai danni degli operatori associati e di tutta la cittadinanza. A tanto hanno portato le critiche sollevate dalla Confcommercio di Vicenza sulle consegne lumaca della posta in città e provincia.
In un vertice a tre, svoltosi in questi giorni tra il direttore dell’associazione di via Faccio Andrea Gallo, il direttore dell’Ufficio Postale di Vicenza Giorgio Volpato e il responsabile del servizio recapito Fabrizio Soba, sono stati proprio questi ultimi ad impegnarsi personalmente del corretto inoltro della corrispondenza dell’Associazione da parte del centro di meccanizzazione postale di Padova (CMP), la sede predisposta allo smistamento della posta per le province di Vicenza, Padova, Rovigo e, in buona parte, di Treviso.
“Si è trattato di un incontro chiarificatorio e del tutto necessario dopo le proteste sollevate dalla nostra associazione - ha commentato il direttore della Confcommercio di Vicenza Andrea Gallo -. Stando a quanto riportato dalle linee dirigenziali delle poste vicentine, non risultano al momento esserci ulteriori situazioni particolari che possano ostacolare, in futuro, l’inoltro tempestivo della corrispondenza in città e provincia. Gli oltre cinquanta giorni di ritardo sulla consegna, infatti, non erano solo un motivo di impedimento per i nostri associati, ma un disservizio grave, che coinvolgeva l’intera cittadinanza e che andava risolto al più presto”.
La taratura e la messa a regime dei sofisticati sistemi di lettura ed invio del centro di Padova, uno dei punti di meccanizzazione postale più attrezzati d’Italia, - hanno spiegato i responsabili del servizio postale – nonché il cambio di sede di alcuni uffici provinciali, come per esempio quelli di Montecchio e Dueville, sembrano infatti essere la causa del temporaneo mal funzionamento. Lo smistamento della corrispondenza pare ora essere tornato al normale ritmo, tanto è vero che anche da parte dell’Associazione non si segnalano ulteriori problemi legati al mancato o tardivo recapito della posta o dei notiziari riportanti scadenze contabili o appuntamenti sindacali o formativi.
Il direttore dell’Ufficio postale di Vicenza, Giorgio Volpato, a tal proposito ha comunque assicurato la piena collaborazione con gli uffici di via Faccio nel segnalare possibili anomalie future nel disbrigo della consegna in alcune sedi provinciali (causa ristrutturazione dei locali), rimanendo comunque a disposizione dell’Associazione per necessità contingenti, come l’invio di ingenti quantitativi di corrispondenza.
Dal canto suo, la Confcommercio si è impegnata a raccogliere eventuali lamentele da parte degli associati, facendosi così portavoce con gli uffici postali delle possibili situazioni di disagio ancora in essere.


Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico