CONFCOMMERCIO online
giovedì 01 settembre 2005

LOTTO E SUPERENALOTTO: I TABACCAI BOCCIANO LA TERZA ESTRAZIONE

fonte: UFFICIO STAMPA CONFCOMMERCIO
La terza estrazione settimanale del Lotto e del Superenalotto, partita in via sperimentale lo scorso 21 giugno, non piace ai vicentini , tanto che le giocate risultano in calo. “Dai dati raccolti fra i colleghi- commenta Mario Noale, presidente dell’Associazione provinciale tabaccai, Fit-Confcommercio- la nuova formula non è gradita dalla gente e sta creando disaffezione verso il gioco”. A livello nazionale la Fit , che rappresenta la quasi totalità delle 58.000 rivendite italiane ed il 95% delle ricevitorie del lotto, fa sapere che l’avvio delle tre estrazioni del martedì, giovedì e sabato ha portato ad un calo del 6,6% della raccolta per il Lotto e del 12,9% per il Superenalotto. “Il malumore tra la clientela abituale si avverte chiaramente- continua il presidente provinciale dei tabaccai Mario Noale- ;da una parte è una questione economica, perché non tutti hanno la possibilità di giocare tre volte la settimana con la conseguenza, verificabile in questi mesi di prova, di un calo nelle singole giocate o presenze non continuative dei giocatori, e dall’altra è una questione legata al servizio reso dagli operatori. Estrazioni così ravvicinate non permettono ai tabaccai di offrire una consulenza appropriata e non si possono nemmeno predisporre adeguatamente i sistemi per i tanti appassionati del gioco del Lotto e del Superenalotto”.
Anche nel vicentino, quindi, si conferma chiaramente, con l’approssimarsi della fine del periodo di prova, l’esito non positivo della novità. A livello nazionale - come annunciato dal presidente nazionale Fit, Giovanni Risso - verrà chiesta formalmente l’abolizione della terza estrazione che non solo ha causato un notevole aumento dell’attività lavorativa in ricevitoria, senza alcun corrispondente incremento della raccolta e delle entrate erariali, ma ha soprattutto provocato una palese disaffezione dello “zoccolo duro” dei giocatori.


Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico