CONFCOMMERCIO online
martedì 25 ottobre 2005

VICENZAGRI SI CONFERMA PUNTO DI RIFERMENTO PER IL SETTORE PRIMARIO

fonte: UFFICIO STAMPA CONFCOMMERCIO
Obiettivo centrato per Vicenzagri 2005, la più grande fiera provinciale delle macchine ed attrezzature agricole, il bosco ed il giardino, organizzata dall’Associazione Macchine e Attrezzi Agricoli e Boschivi della Confcommercio di Vicenza con il contributo della Camera di Commercio.
Nei due giorni della manifestazione (sabato 22 e domenica 23 ottobre) ci si aspettava un’affluenza di almeno 10mila visitatori e si è andati oltre le previsioni, confermando dunque la validità dell’appuntamento sia come momento di aggiornamento tecnico degli operatori, sia come valido punto di incontro tra domanda e offerta nel campo della meccanizzazione in agricoltura.
Visibilmente soddisfatto Riccardo Zambon, presidente dell’Associazione provinciale di categoria: “Ogni anno questa fiera cresce sempre di più, sintomo che risponde alle esigenze degli imprenditori del settore e che l’organizzazione ha azzeccato tutte le scelte. Il sabato e la domenica mattina, poi, si è veramente registrato il pienone. Gli espositori si sono detti molto soddisfatti sia per la grande visibilità della manifestazione, sia per le opportunità commerciali aperte durante i due giorni di svolgimento”.
Con 70 espositori provenienti da tutta la provincia e oltre 16 mila metri quadrati di superficie, suddivisa tra agricoltura e garden, la fiera ha messo in mostra il meglio e quanto di più innovativo offre la produzione nel campo di macchinari e tecnologie: dai trattori ai tosaerba, dalle mietitrebbie al vasto mondo delle attrezzature per il “fai da te”.
Strategica si è dimostrata anche la scelta di concentrare, in un’unica sede e in un’unica data, più rassegne. In contemporanea con Vicenzagri, e sempre all’interno del Foro Boario, si è svolta infatti anche la manifestazione regionale “Vacche e cavalli in Fiera”, curata dall’APA, l’Associazione Provinciale Allevatori. “Evitare la dispersione di pubblico ed espositori in tanti appuntamenti si è rivelato vincente – ha affermato Zambon - e l’ottima affluenza di operatori deriva anche dalla capacità di concentrare in un unico luogo e in un’unica data più elementi di interesse”.
Così sono stati in molti che hanno scelto di fermarsi in fiera per l’intera giornata, dedicando più tempo alla visita dei vari stand e fermandosi anche in altri stand particolarmente apprezzati: quelli dedicati ai prodotti agroalimentari.
“Stiamo già lavorando alla prossima edizione – conclude Riccardo Zambon – e in questo senso registriamo con soddisfazione il sostegno degli operatori. Ci fa capire che siamo sulla strada giusta e che dobbiamo lavorare puntando sempre più su qualità e comunicazione, sfruttando anche la visibilità conquistata da Vicenzagri fuori dai confini provinciali”.

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico