CONFCOMMERCIO online
martedì 20 giugno 2006

I PENSIONATI DEL COMMERCIO SALGONO IN CATTEDRA AI CORSI PER APPRENDISTI DELL’ASCOM DI VICENZA

fonte: UFFICIO STAMPA CONFCOMMERCIO
Salgono in cattedra dopo essere stati, per una vita, dietro il banco. Non si tratta di eterni studenti finalmente diventati professori, bensì di commercianti che si trasformano in docenti per i ragazzi che frequentano i corsi di apprendistato organizzati dalla Confcommercio di Vicenza. E così, dopo anni passati dietro il banco dei loro negozi o dei loro locali, un nutrito gruppo di operatori esperti del commercio, dei servizi e della ristorazione hanno deciso di mettere la loro professionalità, le loro capacità, la loro dedizione al servizio delle nuove generazioni, di chi, presumibilmente, costituisce il futuro prossimo del settore. L’originale iniziativa nasce dall’intesa tra l’Ascom di Vicenza e la 50&Più Fenacom provinciale, l’Associazione degli anziani del commercio, che in queste settimane stanno mettendo a punto il “Progetto testimonial”. Durante la formazione prevista dall’Apprendistato Professionalizzante i futuri commessi, cuochi, baristi, camerieri (tutti con una età che va dai 16 ai 29 anni) saranno anche coinvolti in due lezioni tenute dai “docenti” della 50&Più Fenacom.
“Progetto testimonial – spiega Andrea Gallo, direttore della Confcommercio di Vicenza – rende concreta la richiesta, formulata della Regione Veneto agli Enti di formazione impegnati nell’organizzazione delle attività per l’apprendistato, di utilizzare la metodologia didattica della ”testimonianza”. Si realizza così, oltre che una singolare proposta formativa, anche un’occasione senza eguali per un confronto generazionale che mette a contatto i ragazzi con storie personali per portare ai giovani, dalla viva voce dei protagonisti, delle esperienze di successo, svelando anche qualche segreto del mestiere”.
Il progetto testimonial si inserisce in un’attività formativa mirata agli apprendisti che vede in prima fila, nel settore terziario, proprio la Confcommercio berica. Nel 2006, infatti, saranno una cinquantina i corsi per apprendisti attivati e i ragazzi che passeranno dai banchi del servizio formazione dell’Ascom saranno circa 600. Per tutti dunque, ora, accanto ad argomenti quali la sicurezza sul lavoro e le norme di comportamento, si aggiunge anche una sorta di “lezione dell’esperienza”, in cui sale in cattedra chi può trasferire ai giovani, grazie alla propria storia, conoscenze pratiche, consigli e abilità.


./.





“Questa iniziativa – sostiene Fiorenzo Marcato, presidente della 50&Più Fenacom - è un’ulteriore dimostrazione che i commercianti in pensione sono una risorsa per la società. Per questo la loro esperienza acquisita nel mondo del lavoro non va dispersa ma, al contrario, valorizzata e trasferita alle nuove generazioni. Credo allora che sia giusto affiancare ai docenti dei corsi per apprendisti, che sono quasi sempre esperti in materie giuridiche ed economiche, consulenti aziendali e professionisti del settore, anche queste figure che hanno la funzione di dare una visione pratica di quali sono i problemi più comuni che nascono sul luogo di lavoro e quali sono le metodologie più corrette per risolverli”.
I “docenti” della 50&Più Fenacom che hanno dato la loro disponibilità per tenere lezioni nei corsi per apprendisti sono già una ventina, ma altre adesioni stanno già arrivando: “I nostri iscritti hanno accolto con grande entusiasmo questa possibilità – conclude Fiorenzo Marcato -. E’ l’occasione per raccontarsi, certamente, ma, per questi operatori esperti, è anche e soprattutto un’opportunità per confrontare il proprio bagaglio di esperienze con le problematiche che ogni giorno i giovani si trovano ad affrontare nel proprio lavoro”.

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico