CONFCOMMERCIO online
lunedì 25 settembre 2006

AGENTI DI ASSICURAZIONE: IL 28 SETTEMBRE SARA’ SCIOPERO NAZIONALE

fonte: UFFICIO STAMPA CONFCOMMERCIO
Gli agenti di assicurazione del Vicentino scendono in piazza contro l’Isvap (l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private) che ha redatto una bozza di regolamento del settore senza rispettare le procedure di consultazione aperte e trasparenti previste dal nuovo Codice delle assicurazioni. Per questo, il 28 settembre prossimo, gli operatori vicentini aderenti al Sindacato Nazionale Agenti di Assicurazioni Sna-Confcommercio chiuderanno i battenti per l’intera giornata, aderendo alla mobilitazione nazionale che avrà il suo clou in una manifestazione di protesta che si terrà a Roma.
“Questa serrata – spiega Pietro Fantin, presidente provinciale della categoria – è un forte segnale lanciato alle istituzioni, al mondo politico e ai cittadini per manifestare la nostra preoccupazione circa le prospettive di tenuta del sistema distributivo agenziale e, in definitiva, dell’intero settore assicurativo italiano. Se infatti entrerà in vigore, senza alcuna modifica, la bozza di regolamento redatta dall’Isvap, il settore assicurativo incontrerà notevoli difficoltà”.
Secondo gli agenti di assicurazione alcune delle misure previste sono inspiegabili come, ad esempio, il divieto di pagamento in contanti da parte dei clienti al di sopra dei 500 euro l’anno, l’obbligo di aprire un conto corrente separato per ciascuna delle compagnie per le quali si raccolgono le polizze e obblighi di formazione e aggiornamento estremamente onerosi.
“La bozza di Regolamento presenta soluzioni inaccettabili - rincara il presidente Fantin - che manifestano l’assoluta incomprensione delle dinamiche vere dell’attività di intermediazione assicurativa. Non solo, la pesantezza burocratica delle modalità di informazione alla clientela e dalla clientela è tale da rendere in pratica impossibile una trattativa, gli oneri di documentazione sono esorbitanti, quelli, anche economici, di formazione ed aggiornamento, irrealistici”.
Da qui, dunque, la decisione di scendere in piazza. E l’appello è lanciato a tutti, agenti iscritti allo Sna –Confcommercio (sindacato che rappresenta la maggior parte dei professionisti della provincia) e non iscritti. “Stiamo organizzando dei pullman gratuiti, aperti a tutti, per coloro che vorranno manifestare a Roma, e contiamo di essere un gruppo nutrito e battagliero perché consci della delicatezza del momento – conferma il presidente Fantin -. Partiremo il mattino presto per essere a Roma entro le 12.30, in tempo per partecipare al corteo che da piazza Esedra arriverà nei pressi di piazza Venezia, sede dell’Isvap”. In questo senso, per chi vuole partecipare, l’invito è di mettersi in contatto quanto prima con la segreteria provinciale dello Sna (tel. 0444/320953).
La protesta, comunque, non mancherà di toccare anche i temi della liberalizzazione, recentemente introdotta anche in questo settore dal decreto Bersani: “Liberalizzare per noi significa far cadere le barriere che costringono le agenzie ad essere monomandatarie, vale a dire a rappresentare un’unica compagnia. Noi invece vogliamo poter scegliere sul libero mercato le compagnie che riteniamo migliori per i singoli rami assicurativi, offrendo così al cliente il giusto rapporto tra qualità e prezzo. Su questo aspetto il decreto Bersani ha introdotto alcune novità, ma solo per le RC auto. L’impressione– conclude Fantin – è che si vogliano facilitare altri canali distributivi, dal supermercato alle poste, puntando sul prezzo e non certo su professionalità e assistenza al cliente”.

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico