CONFCOMMERCIO online
mercoledì 28 febbraio 2007

PIU’ DI 4MILA ORE DI CORSI GRATUITI PER IL TERZIARIO VICENTINO

fonte: UFFICIO STAMPA CONFCOMMERCIO
Più di 4mila ore di formazione da erogare, gratuitamente, alle aziende del terziario di mercato della provincia di Vicenza nell’arco di due anni. Ad assicurarle sarà la Confcommercio di Vicenza, che nelle scorse settimane è riuscita ad ottenere l’approvazione dei propri progetti formativi da parte di For.Te, il Fondo paritetico interprofessionale nazionale per la formazione continua del terziario. “Un risultato importante – è il commento del direttore dell’Ascom di Vicenza Andrea Gallo – perché alla graduatoria concorrevano ben 750 progetti redatti da aziende e associazioni di tutta Italia. Non era certo semplice arrivare in posizione utile, considerato che alla fine l’hanno spuntata solo in 194”. Invece l’Associazione di via Faccio incassa anche questo risultato estremamente positivo, perché restituisce alle imprese vicentine, sotto forma di corsi di aggiornamento, parte dei contributi versati all’Inps. Le aziende del terziario, infatti, possono scegliere di destinare, con una semplice opzione da effettuarsi in sede di compilazione del modello DM10, lo 0,30 per cento della retribuzione lorda pagata ai dipendenti al fondo interprofessionale For.Te, che ha la finalità di consolidare e sviluppare, attraverso la formazione, le competenze dei lavoratori dipendenti. Per le imprese, in sostanza non cambia nulla, perché si tratta di contributi che sarebbero stati comunque versati all’Inps, ma optare per For.Te significa poter usufruire di formazione a costo zero. Sempre che, poi, si presentino e vengano approvati specifici progetti, come è appunto avvenuto per Confcommercio Vicenza. “La nostra forza è quella di sintetizzare le necessità formative di piccole come di grandi aziende in progetti comuni, che coinvolgono decine di imprese e centinaia di lavoratori – continua il direttore Gallo -. Fondamentale è poi redigere dei piani efficaci, perché le graduatorie di For.Te sono estremamente selettive”. Da qui, dunque, la soddisfazione di Confcommercio che, tra l’altro, ha visto sempre approvati, fino ad oggi, i progetti presentati al Fondo.
“L’invito alle aziende del terziario di mercato vicentine – ribadisce Andrea Gallo – è dunque quello di rivolgersi al nostro servizio formazione per esprimere le proprie esigenze nell’attività di aggiornamento dei propri dipendenti. Il prossimo aprile, infatti, For.Te emetterà un nuovo bando e anche questa volta intendiamo presentare dei progetti ad hoc. Tra l’altro, per le aziende del terziario, siamo in grado di offrire formazione agevolata anche in base al Fondo Sociale Europeo, attraverso il quale organizziamo corsi per dipendenti, titolari, soci e collaboratori. L’importante è valutare con attenzione i propri fabbisogni formativi, anche in una prospettiva di lunga gittata. In questo senso Confcommercio Vicenza è a disposizione delle aziende al fine di compiere un’analisi puntuale ed efficace di questo ambito strategico per lo sviluppo delle imprese”.


Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico