CONFCOMMERCIO online
giovedì 15 marzo 2007

DIVENTARE FIORISTA PROFESSIONISTA IN SEI MOSSE

fonte: UFFICIO STAMPA CONFCOMMERCIO
Il fiorista “fai da te” oramai non esiste più: certo, una spiccata e per certi versi innata sensibilità per curare e accostare tra loro fiori e piante ci vuole, ma il vero fiorista deve oramai possedere una serie di nozioni teoriche e capacità tecniche che non si improvvisano dall’oggi al domani, ma che si possono apprendere frequentando corsi professionalizzanti. Come le “Settimane” formative organizzate dall’Associazione provinciale fioristi-Confcommercio di Vicenza, in collaborazione con Incoop Federfiori. La “Prima Settimana Base 6”, infatti, prenderà il via il 26 marzo. Nella sede di Villa S. Biagio a Mason Vicentino, un gruppo di docenti selezionati da Esac (l’Ente servizi dell’Ascom di Vicenza) impegnerà gli allievi in una autentica full immersion di quattro giorni (dunque fino al 29 marzo), per un totale di 40 ore, in cui verranno affrontati i principali argomenti che permettono di svolgere questo lavoro nel migliore dei modi: dai “rudimenti” di botanica al corredo professionale del fiorista, dalle nozioni sul colore alle tecniche per la giusta sistemazione dei fiori in vaso, per la preparazione dei mazzi e in generale la pratica compositiva. Un'occasione interessante, quindi, sia per quanti vogliono intraprendere questa professione che per gli operatori già in attività. Per i primi, infatti, si tratta di partire da basi solide su un nuovo futuro professionale, per i secondi di “rispolverare” gli aspetti essenziali del mestiere, per poi affrontare un cammino di aggiornamento professionale ben più complesso. Frequentando sei “Settimane” di formazione, a complessità graduale, nell’arco di due anni, si giunge infatti a conseguire il diploma di “Fiorista europeo” rilasciato da Federfiori.
Che l’Associazione provinciale fioristi della Confcommercio di Vicenza sia attenta alle problematiche legate all’evoluzione del settore, lo dimostra anche il recente incontro di studio e approfondimento, denominato “Crisi=Cambiamento”, che ha coinvolto un gruppo di operatori ed un esperto di marketing. Il confronto tra professionisti del settore ha fatto emergere un’analisi approfondita delle principali dinamiche che interessano il rapporto fiorista-consumatore, facendo anche scaturire strategie d’azione per la categoria, nonché idee e iniziative utili per il singolo imprenditore.
Dopo l’incontro si è tenuta l’assemblea di categoria, che ha rinnovato il consiglio dell’Associazione provinciale fioristi di Vicenza, alla cui guida è stato riconfermato il presidente Emiliano Filippi, operatore di Camisano Vicentino.

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico