CONFCOMMERCIO online
venerdì 19 ottobre 2007

CHIUSURA DI VIALE FUSINATO: I COMMERCIANTI SCRIVONO AL SINDACO

fonte: UFFICIO STAMPA CONFCOMMERCIO
Hanno accettato senza protestare la chiusura al traffico veicolare di Viale Fusinato decisa dal Comune per poter permettere alle Ferrovie dello Stato di effettuare i lavori ritenuti urgenti, ma oggi il presidente della Sezione Territoriale n. 7 dell’Ascom Confcommercio Giovanni Pernechele, in rappresentanza dei commercianti ed esercenti della zona ha preso carta e penna per chiedere al Sindaco Hullweck di “adottare opportune azioni correttive per limitare i disagi, attivandosi dove di competenza per tutelare anche gli interessi delle aziende”.
La realtà è che nonostante Viale Fusinato sia effettivamente non percorribile solo nella parte finale verso Monte Berico e i negozi siano aperti, da lunedì scorso, giorno della chiusura al traffico, se non fosse per i residenti, la strada risulta praticamente deserta, con gravi disagi e il calo drastico delle vendite di tutti i negozi della zona.
Le forti perplessità sulla situazione che si è venuta a creare, dicono i commercianti, non riguardano tanto l’opportunità o l’urgenza dei lavori, quanto invece i tempi con i quali si intende procedere. Secondo quanto hanno avuto modo di constatare i negozianti stessi, il cantiere è spesso vuoto e i lavori vengono effettuati solo per poche ore al giorno, a differenza di ciò che era stato promesso e cioè doppie turnazioni di lavoro e operai anche in orario notturno per velocizzare gli interventi e creare il minor disagio possibile.
Nella lettera inviata oggi al Sindaco, il presidente Pernechele evidenzia “lo sconcerto degli operatori commerciali che ritengono che i lavori potrebbero concludersi molto prima dei 2 mesi previsti dall’ordinanza” se solo si rispettassero i turni di lavoro annunciati. Per questo chiede “di adottare cortesemente opportune azioni correttive al fine di addivenire ad una rapida risoluzione dei disagi evidenziati”.

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico