CONFCOMMERCIO online
venerdì 02 maggio 2008

Trasporti: a settembre scatta l’obbligo della Carta di qualificazione del conducente

fonte: UFFICIO STAMPA CONFCOMMERCIO
Chi vuol fare del trasporto di persone o di merci su veicoli la propria professione principale è opportuno che consegua la patente C o C+E prima dell’entrata in vigore della nuova normativa (decreto legislativo 286/2005), che introduce in aggiunta alla patente di guida, la CQC, ovvero la Carta di qualificazione del conducente, detta anche patente professionale o di servizio. Infatti, questo nuovo documento abilitativo sarà rilasciato automaticamente a chi è già in possesso della patente C o C+E o dell’abilitazione professionale KD, prima dell’introduzione del nuovo obbligo, che ricordiamo, scatta dal 10 settembre 2008 per il trasporto di cose, e dal 10 settembre 2009 per il trasporto di persone.
A chiarire alcuni aspetti della nuova disciplina valida per gli autotrasportatori professionali è intervenuta di recente una circolare del Ministero dell’Interno. “Sulla base di queste nuove disposizioni - spiega Roberto Candia, presidente dell’Associazione provinciale Autoscuole Confedertaai – Confcommercio – la CQC sarà rilasciata a coloro che, presentando apposita richiesta, alla data del 9 settembre 2008 sono titolari del certificato di abilitazione professionale di tipo KD o della patente di guida delle categorie D o DE; o a coloro che, che prima del 9 settembre 2009, sono titolari della patente di guida tipo C o CE. Per questi conducenti professionali, non c’è quindi l’obbligo di frequentare alcun corso o sostenere esami di verifica delle conoscenze. Il nostro consiglio a chi è interessato a conseguire la patente superiore è di provvedere per tempo. Le nuove norme infatti prevedono, per l’ottenimento della CQC, 260 ore di formazione teorica, 20 ore di prove pratiche e il superamento dell’esame finale. A quanti, invece, devono richiedere il rilascio della CQC, consigliamo di rivolgersi alla propria autoscuola di fiducia, dove il personale è a disposizione per fornire tutti i dettagli sulle modalità di presentazione della domanda. L’invito è di farlo al più presto, poiché la carta sarà rilasciata dalla Motorizzazione secondo l’ordine di presentazione delle richieste”.
Ribadiamo che l’obbligo della CQC riguarda esclusivamente gli addetti al trasporto professionale di persone o cose; sono, quindi, esentati i conducenti di veicoli utilizzati per il trasporto di passeggeri o di merci a fini privati e non commerciali, o di veicoli per il trasporto di materiale o attrezzature, utilizzati dal conducente nell'esercizio della propria attività, a condizione che la guida del veicolo non costituisca l'attività principale. Il documento, inoltre, non è richiesto per la conduzione di taxi e per le autovetture adibite a servizio di noleggio con conducente.
La Carta di qualificazione del conducente è un documento abilitativo che si aggiunge alla patente di guida delle categorie C, CE, D e DE, ha validità propria di 5 anni (non collegata alla scadenza della patente di guida) e va rinnovato alla scadenza.

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico