CONFCOMMERCIO online
martedì 01 luglio 2008

MASET RICONFERMATO ALLA GUIDA DEGLI AGENTI DI COMMERCIO DELLA FNAARC DI VICENZA

fonte: UFFICIO STAMPA CONFCOMMERCIO
Umberto Maset è stato riconfermato alla presidenza della Fnaarc-Confcommercio di Vicenza, associazione di categoria che conta, in provincia, più di 1.300 iscritti. Nel corso del Consiglio di categoria tenutosi nella sede della Confcommercio berica lo scorso 23 giugno, sono stati anche eletti due nuovi vicepresidenti, Elisa Pieropan di Montecchio Maggiore e Andrea Bassetto di Schio.
Nella propria relazione Umberto Maset ha evidenziato i principali problemi che la categoria si trova in questo momento ad affrontare, prima di tutto la difficile situazione economica che va ad intrecciarsi anche con un aumento dei costi per chi esercita la professione di agente. “Non è più sostenibile – ha affermato - che la percentuale di reddito netto disponibile scenda al 30% delle provvigioni incassate. Ecopass nelle grandi città, aumenti dei carburanti, aumenti dei pedaggi autostradali, sono tutti elementi fortemente penalizzanti, che oggi gravano come macigni su un settore, dobbiamo ricordarlo, attraverso il quale passa ben il 70 per cento dei beni e dei servizi commercializzati in Italia”.
Maset si è poi soffermato sul problema del “caro-carburanti”. “Da gennaio di quest’anno ad oggi – ha detto -, l’aumento dei carburanti è stimato in circa 20 centesimi al litro. Se calcoliamo che un agente di commercio percorre annualmente una media di 50 mila chilometri in automobile l’aggravio per ogni singolo operatore è di circa mille euro e quindi di circa 200 milioni di euro per l’intera categoria. Si aggiunge a ciò il fatto che la contrazione dei consumi e la non facile fase dell’economia nazionale porta gli agenti ad aumentare il numero delle visite ai propri clienti, percorrendo più chilometri e consumando quindi più carburante”.
Dopo aver spiegato le richieste che Fnaarc-Confcommercio nazionale sta avanzando al Governo proprio per arrivare ad una soluzione di alcuni problemi della categoria (ad esempio la modifica della deducibilità delle spese sostenute per l’acquisto di autoveicoli; estensione agli agenti di commercio degli incentivi fiscali all’aggregazione; riduzione al 50% dei contributi Inps per i primi 3 anni di attività), Maset ha tracciato le linee guide che caratterizzeranno l’azione sindacale dell’associazione nel Vicentino. “Rafforzeremo ulteriormente il nostro impegno nell’informazione agli agenti, organizzando incontri non solo sui temi fiscali, ma anche previdenziali e assistenziali, sia per quanto riguarda la copertura Inps che Enasarco. Proporremo con maggiore frequenza incontri di aggiornamento sul marketing e sull’analisi del mercato, perché il mutamento del quadro economico non va subito bensì va interpretato. Solo così si può rafforzare il fondamentale ruolo degli agenti di commercio: puntando sulla formazione e sull’informazione”.
Oltre alla conferma di Maset alla guida della Fnaarc provinciale, l’associazione ha anche rinnovato il proprio Consiglio. Ne fanno parte, assieme al presidente e ai due vicepresidenti: Antonello Giancarlo di Quinto Vicentino; Xotta Enzo di Monticello Conte Otto; Giannino Mischi di Monteviale; Baraldo Claudio e Loretta Secco di Vicenza; Renato Mastrotto di Valdagno; Rossano Barolo di Marostica; Luca Bolla di Barbarano Vicentino; Giuliano Mazzarini di Thiene; Silvia Cenere di Bassano del Grappa.

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico