CONFCOMMERCIO online
giovedì 31 luglio 2008

Ascom, si alle strisce blu in Corso Padova, ma si valuti la sosta gratuita per fare la spesa nei negozi della città

fonte: UFFICIO STAMPA CONFCOMMERCIO
Come annunciato dall’assessore Ennio Tosetto tornano le strisce blu in Corso Padova. La novità è stata accolta con favore dai negozianti ed esercenti della zona (circa 60 attività) che, tramite l’Ascom – Confcommercio di Vicenza, in una riunione che si è svolta a inizio luglio nella sede dell’ Assessorato alla mobilità, avevano formulato una precisa richiesta in tal senso. La scelta per la regolamentazione con i parchimetri era stata motivata dalla difficoltà di trovare parcheggi liberi davanti ai negozi per l’abitudine di qualche residente e di chi lavora nella zona, di usare il posteggio libero come fosse un posto privato in cui lasciare l’auto in sosta tutto il giorno.
Dopo aver consultato direttamente la maggior parte degli operatori della zona, la proposta dell’Ascom all’Amministrazione è stata, quindi, di ripristinare quanto prima la sosta regolamentata dalle strisce blu e dai parcometri dei 47 posti auto esistenti lungo Corso Padova e quelli delle vie limitrofe, con in più la richiesta di parcheggio gratuito per i primi venti minuti, com’è già stato fatto in alcune zone nei comuni di Arzignano e Thiene. Ciò consentirebbe una rotazione più rapida dei parcheggi e la possibilità per i clienti dei negozi di effettuare con comodità i loro acquisti. L’Ascom ha inoltre chiesto di stabilire per i lavoratori e i residenti la possibilità di parcheggiare l’auto al parking di via Bassano, usufruendo di un abbonamento a tariffa agevolata.
“Per il momento il Comune concorda con il ritorno dei parcometri – dice Luciano Pozzan, presidente della Delegazione Ascom di Vicenza -, ma non si è ancora espresso sul costo dei parcheggi. Nel corso della riunione ci è stato detto che l’Amministrazione comunale ha in programma di affrontare una revisione completa della politica tariffaria della sosta in città e che lo farà a partire dal prossimo autunno. Speriamo, quindi, di far partire anche a Vicenza, come già accade in altri Comuni della provincia, l’idea della sosta gratuita davanti ai negozi, per un periodo di tempo limitato ma sufficiente ai clienti per fare la spesa o per recarsi in qualche ufficio. Sarebbe un ottimo incentivo all’accessibilità alle zone a più forte tradizione commerciale della città, dove si avverte maggiormente, soprattutto per le attività più piccole, la concorrenza dei grandi centri commerciali dotati di comodi parcheggi gratuiti”.

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico