CONFCOMMERCIO online
martedì 19 gennaio 2010

UN ANNO DA RECORD PER LA FORMAZIONE
Nel 2009 le ore di aggiornamento erogate da Confcommercio Vicenza sono aumentate del 73%

fonte: UFFICIO STAMPA CONFCOMMERCIO
Un anno all’insegna della formazione per le aziende associate alla Confcommercio - Imprese per l’Italia della provincia Vicenza. Nel 2009, infatti, l’attività formativa erogata dall’Associazione ha battuto tutti i record per numero di corsi, allievi ed ore di lezione. Una dimostrazione che in un periodo economico certamente non facile le imprese vicentine del commercio, turismo e servizi hanno scelto di puntare sull’aggiornamento professionale, raccogliendo quindi l’invito, più volte espresso dall’Associazione di via Faccio, di non fermarsi davanti alle difficoltà, ma di cercare nuove strade per rimanere competitivi sul mercato.
A dimostrare questa incoraggiante tendenza che ha interessato il Terziario vicentino sono i numeri, elaborati in questi giorni dalla Confcommercio: nel 2009 i corsi svolti nella sede provinciale e nelle varie sedi mandamentali dell’associazione sono stati 698, un bel +77% rispetto ai 394 del 2008. Balzo in avanti anche per gli allievi che hanno frequentato le aule dell’Ascom: hanno letteralmente doppiato quelli dell’anno precedente passando dai 5.400 del 2008 agli 11.500 del 2009 (+ 113%). Incremento considerevole, conseguentemente, per le ore erogate: sono state 12mila nel 2009, il 73% in più rispetto al 2008. E il 2010 si preannuncia un anno altrettanto importante sul fronte della formazione per Confcommercio Vicenza, grazie anche ai progetti recentemente finanziati dal fondo For.Te.
“Questi dati – è il commento di Sergio Rebecca, presidente della Confcommercio di Vicenza – dimostrano il grande senso di responsabilità dei nostri imprenditori, che di fronte ad una palese situazione di crisi non hanno di certo “tirato i remi in barca”, ma si sono rimboccati le maniche puntando sul proprio aggiornamento professionale e su quello dei propri dipendenti. Noi abbiamo fatto la nostra parte – prosegue Rebecca - anche facendo pesare il meno possibile sui bilanci questa voce strategica per il futuro delle aziende: l’80 per cento delle ore di formazione erogate sono state infatti a costo zero per i nostri associati, in quanto finanziate dal Fondo sociale Europeo, dal Fondo Forte e dai contributi erogati a favore dell’apprendistato”.
E se una significativa fetta dei corsi proposti nel 2009 ha avuto come tema l’abilitazione alle professioni, la sicurezza e i libretti sanitari per le aziende alimentari e della somministrazione, grande interesse hanno suscitato anche alcune proposte innovative legate al marketing, alla comunicazione e alla customer satisfaction studiate appositamente per specifici settori. E’ il caso, ad esempio, dei corsi per la categoria dei profumieri, dei dettaglianti di ortofrutta e dei macellai, ai quali si sono aggiunti i numerosi “titoli” studiati per i ristoratori e mirati alla promozione dell’enogastronomia tradizionale. Anche in questo caso, come in tutti gli altri, il “menu” proposto da Confcommercio è stato particolarmente gradito.

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico
BANDO
BANDO
NEWS IMPRESENEWS IMPRESE
Vedi tutte >
CERCHI UN RISTORANTE?

Bar - Pizzerie - Locali da ballo

CERCHI UN HOTEL?