CONFCOMMERCIO online
giovedì 04 febbraio 2010

90 GIORNI A TUTTO ASPARAGO
IN 90 RISTORANTI DELLA PROVINCIA

E’ la proposta della Fipe-Confcommercio Imprese per l’Italia di Vicenza, che amplia le iniziative del Gruppo Ristoratori Bassanesi a tutti i locali della provincia

fonte: UFFICIO STAMPA CONFCOMMERCIO

Quasi novanta giorni a tutto asparago bianco di Bassano Dop in 90 ristoranti di tutto il Vicentino. E’ quanto potranno gustare gli estimatori di questo squisito prodotto locale grazie all’iniziativa lanciata dai ristoratori della Fipe-Confcommercio Imprese per l’Italia di Vicenza.

Dal 19 marzo al 13 giugno, infatti, il “bianco turione” sarà il protagonista assoluto dell’offerta enogastronomica di tantissimi locali situati un po’ in tutta la provincia, ampliando dunque la qualificata proposta che già da più di trent’anni vede protagonisti i ristoratori bassanesi, vale a dire la rinomata rassegna “Asparagi e Vespaiolo”. Si tratterà dunque di un’importante promozione e valorizzazione dell’asparago Dop di Bassano, che uscirà dagli stretti confini dei ristoranti dell’area del Consorzio di tutela per allargarsi nei vari comuni del Vicentino.

Un’opportunità in più, quindi, per diffondere una cultura fatta di valorizzazione dei prodotti tipici locali nonché il consumo di una delle Dop eccellenti del nostro territorio. Non a caso l’iniziativa nasce anche grazie alla collaborazione tra la Fipe Confcommerico di Vicenza e il Consorzio dell’Asparago Bianco di Bassano, che fornirà i singoli ristoranti di un prodotto a marchio europeo che può vantare standard qualitativi elevatissimi e costanti.

L’asparago bianco di Bassano Dop sarà sempre protagonista delle cene di gala della rassegna enogastronomica denominata “Asparagi e Vespaiolo” promossa da undici locali del Gruppo Ristoratori Bassanesi; come pure lo si potrà trovare tutti i giorni nei menù degustazione di un'altra dozzina di ristoranti del Bassanese. Novità di quest’anno sarà invece, come si diceva, la possibilità di assaporare il pregiato ortaggio nei piatti (di cui almeno un antipasto, un primo piatto ed un secondo) dei ristoranti della provincia che hanno aderito al progetto della Fipe-Confcommercio.

A scorrere i vari menù già predisposti dagli chef e attentamente vagliati dalla Fipe-Confcommercio, non si può certo dire che manchi la fantasia e l’estro alla ristorazione vicentina: accanto ai tradizionali abbinamenti con il risotto e con le uova, gli appassionati che vorranno gustare proposte originali potranno assaporare anche piatti come uno sfizioso sformatino di asparagi con salsa di spugnole, un’invitante spadellata di asparagi con gamberoni e coda di rospo, un delizioso maialino cotto al forno con birra affumicata e asparagi bianchi e infine una delicata “fusione” di due tradizioni culinarie come il riso mantecato con asparagi e baccalà.

Quasi una dimostrazione di come questo prodotto abbia infinite potenzialità in cucina. Potenzialità che i clienti potranno dunque conoscere e apprezzare in una sorta di itinerario del gusto che coinvolgerà il Vicentino. Tutte le informazioni sui locali aderenti all’iniziativa e i menù proposti sono consultabili sul portale del turismo della Confcommercio provinciale www.vitourism.it.

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico
BANDO
BANDO
NEWS IMPRESENEWS IMPRESE
Vedi tutte >
CERCHI UN RISTORANTE?

Bar - Pizzerie - Locali da ballo

CERCHI UN HOTEL?