CONFCOMMERCIO online
mercoledì 28 marzo 2012

FINALMENTE IL SISTEMA DELLA SOSTA IN CENTRO A VICENZA E’ PIU’ RAZIONALE

Accolte le richieste di Confcommercio: ci si è resi conto che il mancato frazionamento della sosta teneva lontano i cittadini dal Centro Storico

Lettere, incontri, contatti, prese di posizione: il Consiglio della Sezione 1 Centro Storico della Confcommercio, con alla testa il presidente Matteo Trevisan,  aveva segnalato più volte al Comune di Vicenza le problematiche del mancato frazionamento della sosta negli stalli blu in città. Una decisione - quella di obbligare i cittadini a pagare un’ora di parcheggio anche se magari dovevano semplicemente fermarsi dieci minuti per acquistare un litro di latte, il pane o il giornale - che appariva incongruente rispetto alla filosofia del nuovo piano della sosta, mirato a incentivare la rotazione dei posti auto.
C’è quindi un misto di soddisfazione e sollievo nelle parole del presidente Trevisan alla decisione presa oggi dalla Giunta comunale: “Finalmente ci si è resi conto che il mancato frazionamento della sosta aveva, come effetto, quello di tenere lontano i cittadini dal Centro Storico, con gravi ripercussioni non solo sull’attività di negozi e pubblici esercizi, già alle prese con la flessione dei consumi, ma anche sulla stessa vivibilità del “cuore della città” – è il commento del presidente della Sezione 1 di Confcommercio Vicenza -. Non possiamo che esprimere la nostra soddisfazione su questo “cambio di rotta” del Comune, che ha concertato con Confcommercio Vicenza alcune delle modifiche apportate al piano originario. Ora il sistema dei parcheggi è certamente più razionale; l’importante però è che, dopo i cambi e le rettifiche, alla fine i vicentini siano informati in modo puntuale su come funziona oggi la sosta in città”.
A questo proposito la Sezione 1 Centro Storico di Confcommercio ha dato disponibilità all’Amministrazione a collaborare nella capillare diffusione, ai clienti dei negozi e pubblici esercizi, di materiale informativo sulle tariffe dei parcheggi. “Siamo infatti convinti – conclude Matteo Trevisan – che in molti non siano a conoscenza di alcune interessanti opportunità, come l’utilizzo dei parcheggi di interscambio, la gratuità dei primi 15 minuti nei parcheggi a sbarra o le tariffe particolarmente convenienti del nuovo Park Fogazzaro. Comune ed Aim devono moltiplicare gli sforzi in questo senso e anche i commercianti faranno la loro parte”.

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico
BANDO
BANDO
NEWS IMPRESENEWS IMPRESE
Vedi tutte >
CERCHI UN RISTORANTE?

Bar - Pizzerie - Locali da ballo

CERCHI UN HOTEL?