CONFCOMMERCIO online
Gli chef del gruppo Ristoratori del Bacalà alla Vicentina
Gli chef del gruppo Ristoratori del Bacalà alla Vicentina
mercoledì 12 settembre 2012

SI FESTEGGIA IL 25° ANNIVERSARIO DELLA CONFRATERNITA DEL BACALA’

Con un gran galà che darà il via, il 18 settembre, alla tradizionale Festa di Sandrigo, capitale del piatto tradizionale

Ogni anno gli  estimatori del “Bacalà alla Vicentina” hanno in calendario un appuntamento al quale non possono mancare.
E’ la tradizionale festa che si tiene a Sandrigo (VI), vera e propria capitale di un piatto, non a caso riconosciuto a livello europeo (dal network internazionale EuroFIR) uno dei cinque alimenti tradizionali più rappresentativi della gastronomia nazionale..
A dare il via alla Festa di Sandrigo sarà, il prossimo martedì 18 settembre (alle ore 20.30), uno speciale gran galà che celebrerà una ricorrenza importante: il 25° anniversario della fondazione della Confraternita del Bacalà alla Vicentina, il sodalizio che da un quarto di secolo promuove sul territorio, ma anche in tutta Italia e all’estero, un piatto che può vantare oltre 500 anni storia.
La serata di gala è organizzata dal “Gruppo Ristoratori del Bacalà alla Vicentina”, che riunisce 43 ristoranti “certificati” dalla Confraternita come autentici portabandiera della ricetta tradizionale. “La festa di quest’anno ha per noi un valore importantissimo – è il commento di Luciano Righi, presidente della Confraternita del Bacalà alla Vicentina –, perché ci permette di ricordare che l’idea di fondare questo sodalizio, che fu dell’indimenticato avvocato Michele Benetazzo, è stata fondamentale per la tutela e la diffusione del piatto, sempre più apprezzato anche a livello internazionale. Ora, il nostro obiettivo è di trasformare questo traguardo in una spinta eccezionale per fare ancora di più”. E una tappa importante, in questo senso, è stata la recente Via Querinissima, un viaggio, in fase conclusiva, che ha già attraversato 12 nazioni europee, con incontri istituzionali e momenti di promozione del piatto, ripercorrendo l’itinerario con il quale, nel 1432, il nobile Pietro Querini fece ritorno nelle terre della Serenissima, dopo un naufragio che lo aveva portato in Norvegia. A questo viaggio, va ricordato, si deve, almeno idealmente, l’introduzione dello stoccafisso in  terra veneta.
Tornando alla cena di gala del 18 settembre, il gruppo di ristoratori della Confraternita ha organizzato un menu d’eccezione, che accompagna “Sua maestà il Bacalà alla Vicentina” ad altri prodotti del territorio (prenotazioni sino ad esaurimento dei posti disponibili alla Pro Loco Sandrigo 0444 658148. Costo 55 euro). Tra i piatti proposti, due entrée: una Quiche di patate con julienne di cipolla rossa di Bassano e dadolata di merluzzo fresco marinato, seguita da Avanotti dell’Astico in carpione. Per antipasto Trota mimosa su letto di misticanza. Primo piatto  Raviolo di pasta fresca ripieno di Bacalà alla Vicentina su bisca di Astice. Ovviamente, come secondo, un piatto il Bacalà alla Vicentina con polenta di Mais Marano. E poi, dopo del Formaggio Asiago Dop stagionato con confettura di fichi, si attende il dolce del 25° anniversario, che sarà una sorpresa.
Come si diceva, la cena di gala rappresenta il via alla festa, che si snoderà in degustazioni, animazione ed eventi culturali, dal 21 settembre al 1. ottobre. Per i buongustai, da segnalare il “gemellaggio” del Bacalà alla Vicentina con altre specialità locali, che si potrà assaporare negli stand gastronomici: il 21 settembre con gli gnocchi di Posina  e il 27 settembre con gli avanotti di Bolzano Vicentino De.Co.
Infine, domenica 30 settembre, appuntamento con la suggestiva cerimonia di investitura con la quale la Confraternita del Bacalà nominerà - alla presenza delle autorità, dei Bacalà Club e di numerose confraternite nazionali ed estere - i nuovi Cavalieri, scelti tra personalità del mondo della cultura, del giornalismo, dell’economia e ovviamente, della gastronomia. Proprio in quella giornata farà poi ufficialmente tappa a Sandrigo, prima dell’arrivo definitivo a Venezia, la Fiat 500 giallo Confraternita con l’equipaggio che per otto mila chilometri è stato impegnato nella Via Querinissima.

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico
BANDO
BANDO
NEWS IMPRESENEWS IMPRESE
Vedi tutte >
CERCHI UN RISTORANTE?

Bar - Pizzerie - Locali da ballo

CERCHI UN HOTEL?