CONFCOMMERCIO online
giovedì 10 gennaio 2013

SALDI, PARTENZA SPRINT A VICENZA

Matteo Trevisan, presidente della Delegazione cittadina di Confcommercio: “Premiate le attività che coniugano qualità, prezzo e servizio”

I vicentini riscoprono i saldi invernali. La conferma arriva dalla Confcommercio cittadina, che in questi giorni ha “sondato” l’andamento delle vendite interpellando alcuni operatori di riferimento per il settore tessile abbigliamento. E le risposte sono state, nella maggior parte dei casi, positive. “E’ stata certamente una partenza sprint – spiega Matteo Trevisan, presidente della Delegazione di Vicenza di Confcommercio – con vendite che, secondo molti operatori, hanno superato le aspettative per la verità molto prudenti della vigilia. Per i nostri negozi questi saldi si stanno dimostrando, dunque, una boccata di ossigeno, perché venivamo da un Natale sottotono”.
Si conferma anche a Vicenza, dunque, quanto rilevato a livello nazionale da Confcommercio, che ha stimato una crescita delle vendite attorno al 5% rispetto ai primi giorni di saldi dell’anno scorso. Va detto che, come sempre avviene, c’è anche chi ha registrato un trend negativo: “Una volta i saldi erano un traino un po’ per tutti – conferma il presidente Trevisan – oggi, invece, lo sconto non è più sufficiente a garantire la vendita. E’ fondamentale che il prodotto sia di qualità e risponda appieno alle richieste di una clientela estremamente selettiva. In questo senso, il fatto che i saldi siano iniziati bene va letto anche come un segnale di incoraggiamento per le attività cittadine, che evidentemente hanno saputo selezionare al meglio la gamma dei prodotti, puntando sulle caratteristiche richieste dalla clientela, e che oggi vedono ripagata la loro oculatezza al momento degli ordini. Anche il servizio, poi, gioca la sua parte e in questo senso non è un caso se le attività meno penalizzate da questo periodo di contrazione dei consumi siano quelle che hanno investito sulle risorse umane e soprattutto sulla formazione del personale”.
Il prossimo week-end sarà però  la “cartina di tornasole” sull’andamento di questi saldi invernali 2013. “Ci auguriamo, ovviamente, che la tendenza iniziale sia confermata – continua il presidente della Delegazione Confcommercio di Vicenza  -. C’è da recuperare un dicembre difficile sul fronte dei consumi, anche se probabilmente le vendite natalizie sono state condizionate proprio dalla vicinanza dei saldi che, davvero, suona difficile definire di “fine stagione”.
“Vogliamo guardare al nuovo anno con fiducia – conclude Matteo Trevisan -. La città ha dimostrato di avere le carte in regola per cogliere la sfida del turismo, giunta con l’arrivo di decine di migliaia di visitatori richiamati dalla mostra in Basilica. Finora sono stati certamente i pubblici esercizi i più avvantaggiati da questo evento, ma con i saldi c’è stata sicuramente l’occasione per attirare qualche turista in più nei nostri negozi. E chissà, alla fine si potrebbe realizzare l’exploit finale, in attesa della prossima grande esposizione”.

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico
BANDO
BANDO
NEWS IMPRESENEWS IMPRESE
Vedi tutte >
CERCHI UN RISTORANTE?

Bar - Pizzerie - Locali da ballo

CERCHI UN HOTEL?