CONFCOMMERCIO online
Tullio De Giacomi
Tullio De Giacomi
mercoledì 23 gennaio 2013

DE GIACOMI ALLA GUIDA DEI DETTAGLIANTI SETTORE ALIMENTARE

Eletto alla presidenza da un nuovo Consiglio. “Anche l’alimentare sente la contrazione dei consumi. Parola d’ordine: specializzarsi”

Tullio De Giacomi, 43 anni, alla guida della storica azienda di famiglia con il fratello Gabriele (la “De Giacomi Snc” di Schio, nata nel 1969 e operativa nella commercializzazione di vini e liquori), è il nuovo presidente dell’associazione provinciale Dettaglianti del settore Alimentare di Confcommercio Vicenza. A nominarlo, una rinnovata squadra di consiglieri che guiderà, per i prossimi 5 anni, una categoria particolarmente rappresentativa sul territorio.
L’elezione arriva in un momento delicato per il settore, recentemente al centro di una normativa (l’articolo 62 del Decreto Crescita bis) che obbliga a rispettare precise scadenze nei pagamenti e che ha fatto molto discutere. “Norme così rigide non sono mai ben accette – afferma De Giacomi– e va riconosciuto che chi opera con il consumatore finale ne vede soprattutto gli aspetti negativi. Viceversa – continua – chi fornisce altre aziende sa che può ora contare su un’arma in più per farsi pagare in tempi ragionevoli e non si tratta di una cosa da poco in questo momento”.
De Giacomi, guarda con fiducia al futuro: “I tempi sono duri per tutti e oggi assistiamo anche all’inedito fenomeno della contrazione dei consumi alimentari. Però credo che puntando sulla specializzazione, che già ha fatto vincere molti di noi, negli anni passati, la battaglia contro i gruppi più organizzati, si potrà superare anche questo momento critico”. E a proposito di concorrenza della Gdo, per il presidente De Giacomi: “dobbiamo fare una distinzione tra quella che per certi versi può essere complementare alla nostra offerta specializzata e quella che invece intende scardinare l’assetto distributivo puntando solo sul prezzo. La prima stimola la concorrenza – continua – e ci porta a migliorare ancor più la nostra professionalità per conquistare clientela; la seconda, invece, crea il deserto attorno a sé. Le Amministrazioni comunali che autorizzano questi insediamenti e i cittadini che a volte li auspicano, dovrebbero capire che certe politiche non fanno il bene di nessuno, perché portano ad una riduzione generalizzata dell’offerta, che alla lunga è un danno per tutti, commercianti e consumatori”.
Di fronte a questi scenari, dunque, quali sono, per il presidente De Giacomi, le priorità del settore? “Prima di tutto puntare sulla differenziazione dei prodotti – continua – sulla qualità e sulla professionalità. Migliorare le nostre competenze e quelle del nostro personale è un impegno imprescindibile”. E poi più attenzione alle produzioni del nostro territorio : “Che significa – afferma –promuovere e valorizzare
il grande patrimonio enogastronomico provinciale, facendolo conoscere di più e proponendolo meglio ai vicentini”.
Obiettivi importanti che, unitamente a quelli elaborati prossimamente dal Consiglio, diventeranno i capisaldi dell’attività associativa per i prossimi cinque anni. Come si diceva, De Giacomi è affiancato da una nuova squadra. Questi i componenti: Guido Storari, presidente dell'Associazione di Vicenza e vice-presidente con Luisa Riva di Dueville; Marino Abriani (Il Pizzicagnolo Snc di Nove), Daniele Berti (L’Angolo dei Sapori di Berti Luigi e Daniele Snc di Thiene), Fabio Dalle Nogare (Dalle Nogare Pietro e Figli Snc di Bassano del Grappa), Giuliano Lovato (L’Agroalimentare Snc  di Lonigo), Adriano Pedron di Arcugnano, Giannicola Tomasi (Valfiorita Formaggi Snc di Arzignano), Catia Volpato di Gambellara e Marco Zini di Arzignano.

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico
BANDO
BANDO
NEWS IMPRESENEWS IMPRESE
Vedi tutte >
CERCHI UN RISTORANTE?

Bar - Pizzerie - Locali da ballo

CERCHI UN HOTEL?