CONFCOMMERCIO online
Matteo Garzaro, presidente provinciale di Federmoda Vicenza
Matteo Garzaro, presidente provinciale di Federmoda Vicenza
giovedì 14 novembre 2013

"TROPPE PROMOZIONI MINANO LA CREDIBILITA' DEI COMMERCIANTI"

Matteo Garzaro, presidente di Federmoda Vicenza, interviene sul Black Friday organizzato dai commercianti di Padova


Matteo Garzaro, presidente di Federmoda–Confcommercio Vicenza, interviene sull’iniziativa “Black Friday” in programma in centro a Padova, esprimendo contrarietà all’ipotesi che un tale evento possa essere replicato a Vicenza.
“Il consumatore vede in giro già troppe vendite promozionali e sconti - spiega Garzaro -  e aggiungerne altre non ha senso. Un’iniziativa come quella di Padova è, infatti, interessante se vista come evento promozionale, gradito dai cittadini in quanto occasione per godersi una sera in centro città, ma non come un’iniziativa utile a rialzare l’andamento delle vendite dei negozi. Abbiamo sperimentato in altre occasioni iniziative del genere e si è visto che richiamano sì tanta gente, ma pochi sfruttano l’occasione per fare acquisti, anche nel caso di prezzi super scontati. Allo stesso tempo però il negoziante, per tenere aperto la sera fino a tardi, impiegare il personale e fare lo sconto, sopporta dei costi che, vista la situazione del mercato, ha altissima probabilità di non far rientrare con gli incassi della serata”.  
“Abbiamo più volte parlato nei vari consigli di categoria su quale sia la strategia migliore per incrementare le vendite – continua il presidente di Federmoda Vicenza Garzaro –,  arrivando alla conclusione, che quella di continuare ad insistere con gli sconti  non è, per tanti motivi, quella giusta. Troppe promozioni minano la credibilità degli stessi commercianti e spiazzano il consumatore, che non capisce più qual è il vero valore della merce che va ad acquistare. Anche la qualità dell’assortimento ne risente negativamente, poiché i capi “Made in Italy” non possono avere grandi percentuali di sconto, mentre la merce di importazione si presta molto di più ad essere offerta al ribasso. E’ evidente – conclude il presidente di Federmoda-Confcommercio Vicenza - che i consumatori percepiscono lo sconto pur sempre come un vantaggio, ma in verità diminuire il prezzo di vendita di un prodotto diventa alla lunga un boomerang per tutti, perché va a ridurre la marginalità delle aziende,  in un periodo in cui i costi fissi sono invece in aumento. La conseguenza è che sempre più negozi  sono a rischio di chiusura  oppure scelgono di approvvigionarsi di prodotti meno costosi, a discapito della qualità della merce in vendita. Gli effetti negativi toccano, quindi, tutti: imprese, lavoratori e gli stessi consumatori”.   

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico
BANDO
BANDO
NEWS IMPRESENEWS IMPRESE
Vedi tutte >
CERCHI UN RISTORANTE?

Bar - Pizzerie - Locali da ballo

CERCHI UN HOTEL?