CONFCOMMERCIO online
Un'immagine di una performance di danza al Teatro Comunale di Vicenza
Un'immagine di una performance di danza al Teatro Comunale di Vicenza
mercoledì 20 novembre 2013

UNA STAGIONE DI GRANDI SPETTACOLI AL COMUNALE DI VICENZA

Il calendario prevede oltre sessanta date di spettacolo tra concerti, appuntamenti di prosa, di danza, performances, incontri con gli autori


È una stagione artistica ricca di proposte di qualità quella del Teatro Comunale di Vicenza, che intende rispondere alle esigenze espresse dal pubblico che a teatro desidera trascorrere una serata piacevole e mettere da parte le preoccupazioni e i problemi incombenti della quotidianità; è una programmazione che non intende trascurare le prospettive culturali di innovazione, pur contenendo proposte più tradizionali, e trasmettere nuovi stimoli e nuove visioni.

Il calendario prevede oltre sessanta date di spettacolo tra concerti, appuntamenti di prosa, di danza, performances, incontri con gli autori, critici, giornalisti, interpreti, appuntamenti pensati sia per il pubblico degli adulti, che per i ragazzi delle scuole. Grande novità la stagione di Cinema al Ridotto.

Per tutti gli spettacoli in abbonamento della Stagione Artistica 2013/14, grazie alla convenzione con il Teatro, i soci di Confcommercio possono acquistare i biglietti a prezzo ridotto, equivalente alla categoria over65. (Per maggiori informazioni clica su questo link). 


DANZA 

La Stagione di Danza del Comunale presenta un’offerta originale, composta da titoli di danza molto diversi per ispirazione e contesto culturale di provenienza, un panorama a 360° sulle tendenze e sulle sicure affermazioni a livello mondiale.

Dopo il successo dell’inaugurazione con l’israeliana Batsheva Dance Company, segue a fine novembre-inizio dicembre una doppia data per la prima nazionale di GISELLE nella versione del Junior Balletto di Toscana, coreografia e rilettura di Eugenio Scigliano, uno dei grandi nomi della coreografia contemporanea nazionale.
A febbraio suggestioni jazz proposte nelle tre diverse coreografie  ZERO IN ON - NIGHT BOX - HARRY firmate da tre giovani coreografi (Wen Wei Wang, Cayetano Soto e Barak Marshall) per i Ballets Jazz de Montreal, compagnia versatile riconosciuta a livello internazionale per questo genere di proposta coreutica. A  fine febbraio ecco il ritorno tanto richiesto del balletto classico con LE CORSAIRE titolo esotico del repertorio romantico, proposto in una versione molto fedele al grand ballet ottocentesco dal Ballet du Capitole de Toulouse diretto dall’étoile dell’Opéra di Parigi Kader Belarbi. Sosta in aprile, la Stagione riprende in maggio con una nuova attesissima produzione del brasiliano Grupo Corpo, guest star della stagione scorsa al Comunale.
Ancora un ritorno a fine maggio con un classico, rivisitato in chiave moderna con raffinata maestria, il SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE presentato dall’eccellente Ballet du Grand Théâtre de Genève. Come di consueto gli spettacoli saranno preceduti dall’Incontro con la Danza curati da un critico o un giornalista per presentare al pubblico lo spettacolo di danza e il contesto culturale che lo ha generato.

Da segnalare anche l’interessante rassegna sperimentale LUOGHI DEL CONTEMPORANEO-DANZA dedicata alla coreografia e alla danza di ricerca dei nuovi autori, rassegna che proporrà quattro performances profondamente diverse e molto particolari.


PROSA

La programmazione prevede sei spettacoli in abbonamento, tutti in doppia data, grandi classici ma anche novità assolute, fresche di debutto nazionale. Protagonisti molti attori noti al grande pubblico, anche per le loro interpretazioni cinematografiche e televisive.

Dopo lo scoppiettante inizio a novembre con la rivisitazione goldoniana SERVO PER DUE di Pierfrancesco Favino, in dicembre sarà la volta di Filippo Timi, attore di grande forza interpretativa, che della pièce rigorosamente pop IL DON GIOVANNI. VIVERE È UN ABUSO, MAI UN DIRITTO è interprete, regista e scenografo. Spettacolo divertente, dissacrante, perfetto per presentare visioni “altre” e anticonvenzionali.
Il nuovo anno il palcoscenico del Comunale ospiterà due capolavori del grande teatro, IL RITORNO A CASA di Harold Pinter, caposaldo della drammaturgia novecentesca, imperniato sull’introspezione di un “gruppo di famiglia”; la regia è del pluripremiato regista berlinese Peter Stein. Seguirà “ZIO VANJA” di Anton Cechov nella nuovissima versione di Marco Bellocchio, con un cast di protagonisti di primissimo ordine: Michele Placido, Sergio Rubini, Pier Giorgio Bellocchio, Anna Della Rosa.
In febbraio sarà la volta di una proposta molto divertente, la tipica commedia degli equivoci di Peppino De Filippo, NON È VERO MA CI CREDO interpreti Sebastiano Lo Monaco e Lella Mangano De Filippo, mentre la regia è affidata con garbo a Michele Mirabella.
Ultimo spettacolo della stagione di prosa, a fine marzo, commedia LA SCUOLA di Domenico Starnone, da cui è stato tratto anche un film, con la partecipazione di due attori tra i più ironici (e preparati) della scena nazionale, Silvio Orlando e Marina Massironi; la regia è di Daniele Luchetti che firmò anche la versione cinematografica che gli valse, nel ‘95, il David di Donatello come miglior film.

Anche per la prosa è prevista una rassegna parallela sperimentale – LUOGHI DEL CONTEMPORANEO-PROSA – in scena negli spazi del Ridotto, che presenterà cinque titoli, tutti molto diversi ma di grande spessore, che spaziano dal teatro fisico alle rivisitazioni shakespeariane di Andrea Baracco, dal dramma borghese di Maria Paiato ai molti personaggi per un solo interprete messi in scena da Peppino Mazzotta.


FUORI ABBONAMENTO

Si parte in dicembre con un musical di grandissimo appeal, un “classico” nel suo genere, che rimanda alle ambientazioni America Anni ’50 dell’omonimo film: è GREASE proposto dalla Compagnia della Rancia, il più importante gruppo a livello nazionale per la produzione di musical.
Il primo giorno dell’anno, come da tradizione, sarà invece presentato il tradizionale balletto delle feste, LO SCHIACCIANOCI nella versione del Royal Ballet of Moscow sia in orario pomeridiano che serale.
In febbraio sarà la volta dell’operetta per antonomasia LA VEDOVA ALLEGRA su musica di Franz Léhar, nel nuovo allestimento presentato dalla Compagnia Teatro Musica 900.
La programmazione si concluderà in marzo con l’umorismo stralunato e senza tempo di QUELLI DEL CABARET di e con Cochi e Renato.


CONCERTISTICA

La nuova stagione concertistica, proposta dalla Società del Quartetto, presenta grandi interpreti internazionali, giovani talenti e molti concerti tematici e monografici: quindici appuntamenti in un percorso musicale che parte dal Cinquecento e arriva ai giorni nostri, attraversando tutte le grandi epoche della musica.


SINFONICA

Sono sei gli appuntamenti proposti e prodotti dall’Orchestra del Teatro Olimpico, stagione che porta la firma del direttore artistico e musicale dell’Orchestra, il maestro Giampaolo Maria Bisanti.
Tema portante e filo conduttore della stagione, il viaggio inteso come esperienza umana ed approfondimento culturale dello spirito, attraverso la musica e le personalità artistiche più rappresentative del panorama geografico di volta in volta preso come riferimento culturale.


CINEMA

Si tratta di una programmazione cinematografica strettamente legate agli eventi dello spettacolo dal vivo e delle arti performative: si tratterà di imperdibili “prime” in diretta (e in differita) dai grandi teatri di tutto il mondo, come il Teatro alla Scala, il Bolshoi di Mosca, il Metropolitan di New York, il Teatro Regio di Torino.




BIGLIETTERIA TEATRO COMUNALE

Viale Mazzini 39 – Vicenza
tel. 0444 324442 – email: biglietteria@tcvi.it

Apertura: dal martedì al sabato dalle 15 alle 18.15.
La Biglietteria risponde al telefono negli stessi giorni di apertura dalle 16 alle 18.

L’attività della Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza è resa possibile grazie ai contributi dei soci fondatori, Comune di Vicenza, Banca Popolare di Vicenza, Regione del Veneto, Confindustria Vicenza, del socio sostenitore Fondazione Cassa di Risparmio di Verona, Vicenza, Belluno e Ancona e dei partner e sponsor che, a vario titolo, credono nell’investimento in cultura e sostengono la proposta artistica del Teatro: Fiamm, Develon, Colorcom, Aim, Gruppo Mastrotto come partner; AC Hotel, AFV Beltrame, Pal Zileri, Inglesina, Confartigianato, Burgo Group, Veneto Banca, Confcommercio, Anthea Broker, Ide Servizi, Telemar come sponsor; Il Giornale di Vicenza come media partner.

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico
BANDO
BANDO
NEWS IMPRESENEWS IMPRESE
Vedi tutte >
CERCHI UN RISTORANTE?

Bar - Pizzerie - Locali da ballo

CERCHI UN HOTEL?