CONFCOMMERCIO online
Un'immagine del paese di Lusiana
Un'immagine del paese di Lusiana
venerdì 21 marzo 2014

FRANA DI LUSIANA: INCONTRO CON IL PREFETTO

Il presidente di delegazione Xausa presente all'incontro con il Prefetto Soldà. "Per fine giugno, vale a dire in prossimità della stagione turistica estiva, tutto dovrà ritornare alla normalità"


La frana caduta a fine febbraio sulla strada provinciale 69, in località Ponte di Velo sta mettendo a dura prova i cittadini e le attività commerciali e turistiche di Lusiana, poiché l’interruzione della via di collegamento tra Breganze e l’Altopiano ha di fatto isolato il paese. Attualmente chi deve recarsi a Lusiana percorrendo le strade alternative deve effettuare anche 80 chilometri, passando per Marostica.
Confcommercio Vicenza che rappresenta la quasi totalità degli operatori del commercio, turismo e servizi che operano a Lusiana e nel territorio dell’Altopiano di Asiago si è fatta portavoce della loro preoccupazione e dei disagi dei residenti, inviando una lettera all’assessore regionale alla mobilità Renato Chisso, al commissario straordinario della provincia Attilio Shneck e al sindaco di Lusiana, Antonella Corradin.
Nei giorni scorsi, Sandro Xausa, presidente della delegazione di Lusiana-  Confcommercio ha partecipato, assieme ai sindaci di Lusiana e di Salcedo, all’incontro convocato dal prefetto di Vicenza Eugenio Soldà per fare il punto della situazione. In quell’occasione Xausa ha evidenziato, a nome degli operatori del Terziario locale, l’urgenza di avviare i lavori di ripristino della strada provinciale interrotta dalla frana. “Il prefetto ci ha assicurato  - riferisce il presidente Xausa – che i necessari sopralluoghi e incontri tra gli Enti interessati si sono già svolti e che l’appalto per dare il via ai necessari interventi sarà effettuato con la massima sollecitudine”.
“Per fine giugno – puntualizza fiducioso il presidente dei commercianti di Lusiana -, vale a dire in prossimità della stagione turistica estiva, tutto dovrà ritornare alla normalità. I tecnici, ci ha assicurato il Prefetto,  sono già al lavoro e questo ci rincuora, ma abbiamo anche chiesto che nel frattempo sia installata una adeguata segnaletica a Salcedo per indicare le vie alternative per raggiungere Lusiana. Anche su questo, il prefetto si è detto d’accordo”.
Nel frattempo titolari di negozi, bar, ristoranti ed alberghi non nascondono la grandissima preoccupazione per la situazione che si è venuta a creare, sia per il presente che per il futuro commerciale e turistico del comprensorio. “Ma questa non è l’unica criticità – spiega Sandro Xausa - poiché spaventa molto di più l’instabilità dei terreni dell’intera area, dove l’acqua,che non viene più drenata “naturalmente”, innesca continui scivolamenti, smottamenti e frane. Quindi, l’urgenza assoluta è sì il ripristino della strada provinciale, ma senza dimenticare la  messa in sicurezza del territorio”.
I disagi a Lusiana, sopravvenuti assieme alla frana, rimangono al momento tanti per tutti i cittadini e per coloro che frequentano il paese per turismo. “Per noi commercianti, albergatori e per chiunque abbia un’attività nella zona – conclude il presidente Xausa - si aggiunge purtroppo anche il rischio di dover resistere economicamente alla situazione, poiché siamo quasi totalmente isolati ed è impossibile fare qualsiasi programmazione commerciale”. 

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico
BANDO
BANDO
NEWS IMPRESENEWS IMPRESE
Vedi tutte >
CERCHI UN RISTORANTE?

Bar - Pizzerie - Locali da ballo

CERCHI UN HOTEL?