CONFCOMMERCIO online
venerdì 15 aprile 2016

OCCORRE SCEGLIERE UN CONSUMO INTELLIGENTE DEL SUOLO

Venerdì 15 aprile, nella sede della Confcommercio di Vicenza, le Associazioni e gli Ordini Professionali della provincia hanno lanciato un appello

L’appello è stato lanciato venerdì 15 aprile dalla sede della Confcommercio di Vicenza: il suolo è una risorsa non riproducibile, occorre sceglierne un consumo intelligente. 
A dirlo le Associazioni presenti al tavolo, vale a dire: ABACO Architettura, con l’arch. Giorgio Baldisseri; Confcommercio Vicenza, con il presidente Sergio Rebecca e il direttore Ernesto Boschiero; Italia Nostra, con la prof. Giovanna Dalla Via; e gli Ordini professionali di Vicenza: Ordine degli Architetti, con la presidente arch. Marisa Fantin; Ordine degli Ingegneri, con il presidente ing. Stefano Pelloso; Collegio dei Geometri, con il presidente Alessandro Benvegnù;  Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali, con il dott. Domenico Maltauro. 
La presentazione del documento “Progetto Integrato di rivitalizzazione del Territorio” concretizza un lavoro comune partito da tempo tra le associazioni citate e altre presenti sul territorio (FAI - Fondo Ambiente Italiano, Italia Nostra, Legambiente, VAGA - Associazione Giovani Architetti, WWF) che ha avuto lo scopo di sintetizzare una visione comune dell’urbanistica e del futuro sviluppo della cementificazione del suolo. Una sintesi necessaria per evidenziare la preoccupazione comune in merito alla situazione delle città, i problemi di degrado, di pericolosità, frutto di scelte poco intelligenti o trascurate negli anni. Una sintesi altresì necessaria per poter sensibilizzare le Istituzioni e la comunità, affinché si “passi dallo spreco alla valorizzazione del territorio”. 
Tale documento è il risultato di ciò che, da tante specifiche visioni, appare condivisibile da tutti gli organismi coinvolti, come unica strada possibile per arrivare ad un uso intelligente del territorio.  L’analisi è partita dallo stato delle cose, quindi, attraverso il dibattito sulle esperienze concrete di ciascuno e sulle rispettive competenze, si è arrivati a stilare alcuni punti imprescindibili. Primo fra tutti l’indicazione di puntare tutti, dalle Istituzioni ai singoli cittadini, ad un uso intelligente dello spazio urbano ed extraurbano, evitando lo spreco del territorio e valorizzando, invece, ciò che esso già offre.
A tale scopo, a breve, il documento sarà inviato al presidente della Regione Veneto Luca Zaia al presidente della provincia di Vicenza Achille Variati e a tutti i Sindaci della provincia di Vicenza. L’appello è quindi un contributo, oltre che uno stimolo, alla lotta al cattivo utilizzo del territorio, affinché già a partire dalla definizione di norme e regolamenti, non venga vanificato l’obiettivo primario di non consumare inutilmente suolo, puntando invece a privilegiare la riqualificazione e rigenerazione urbana ed extraurbana.  
L’azione si inserisce perfettamente in un’ottica di revisione della normativa esistente, proprio mentre sono all’esame del Consiglio Regionale del Veneto i progetti di legge in materia di consumo/risparmio di suolo (in particolare i Progetti di Legge Regionale 14, 40 e 44). La stessa si integra con quanto elaborato dal coordinamento regionale URBANMETA che, nonostante le varie fasi di ineluttabile mediazione, ha delineato proposte che sottendono la fondamentale centralità del recupero edilizio e della rigenerazione urbana, oltre a quello della salvaguardia e valorizzazione del territorio e del paesaggio rurale.
Durante la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa è stato il presidente della Confcommercio di Vicenza Sergio Rebecca a farsi portavoce di alcune considerazioni sulle quali si è basato il documento. “l suolo è una risorsa non riproducibile; per questo occorre scegliere un consumo intelligente – ha esordito Rebecca -. Ricordiamoci anche che il suolo libero rimane risorsa,  male occupato diventa un problema e un cattivo utilizzo, considerati gli alti costi economici di ripristino del paesaggio originale, non è quasi mai rimediabile”.
Ha quindi aggiunto: “Assistiamo a consistenti consumi di aree periferiche, che da terreni agricoli sono state trasformate in insediamenti di centri commerciali esterni ai centri abitati, che a loro volta hanno comportato strade di accesso riservate, svincoli e ampie zone destinate a parcheggio; un insieme complesso di infrastrutture utilizzato solo parzialmente nell'arco della giornata. E se guardiamo a quanto suolo è già stato consumato, edificare ulteriormente diventa uno spreco di territorio, soprattutto se a causa di nuove costruzioni ciò che è già stato edificato cade in stato di abbandono.”
Da qui le proposte, elencate nei vari interventi delle associazioni e degli ordini intervenuti alla presentazione. Innanzitutto, rivitalizzare e rigenerare ciò che già esiste sul territorio e accrescere la “cultura del verde”, come parte essenziale di una buona pianificazione urbanistica. Dare, quindi,  ai cittadini stimoli e motivazioni per rimanere in una determinata area, puntando a polarizzare più che a disperdere, promuovendo l’incontro di persone e dei loro interessi. Accrescere, con le varie azioni in campo, la cultura per ciò che è bello, con una progettualità che incentivi il ritorno alle piazze come Agorà, come luoghi di aggregazione ed incontro. Valorizzare i cuori delle città  perché sono centri commerciali naturali, consolidati dalle abitudini, ricchi di memoria e tradizioni, mai artefatti. Infine, puntare sul recupero degli immobili inutilizzati, in quanto tale azione innesca la valorizzazione delle zone e dei quartieri in cui sono ubicati. In tal senso le Amministrazioni comunali dovrebbero vedere tali aree dismesse come risorsa, in virtù della quale, e non solo, utilizzare la leva della minor fiscalità per far partire  il processo di riconversione. Quest’ultimo, ovviamente non deve dimenticare il valore delle vocazioni e tradizioni del territorio. 


Nelle interviste realizzate da Tva Vicenza, le dichiarazioni di Sergio Rebecca, presidente di Confcommercio Vicenza e a Marisa Fantin, presidente dell'Ordine degli Architetti della provincia di Vicenza, rilasciate dopo la conferenza stampa.




Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico
BANDO
BANDO
NEWS IMPRESENEWS IMPRESE
Vedi tutte >
CERCHI UN RISTORANTE?

Bar - Pizzerie - Locali da ballo

CERCHI UN HOTEL?