CONFCOMMERCIO online
A FEBBRAIO VENDITE AL DETTAGLIO IN CRESCITA
A FEBBRAIO VENDITE AL DETTAGLIO IN CRESCITA
giovedì 12 aprile 2018

A FEBBRAIO VENDITE AL DETTAGLIO IN CRESCITA

Dati Istat: le vendite aumentano dello 0,4% in valore e dello 0,9% in volume. Crescono sia i beni alimentari che i non alimentari

A febbraio le vendite al dettaglio hanno registrato, rispetto al mese precedente, un aumento dello 0,4% in valore e dello 0,9% in volume. Lo rende noto l'Istat, specificando che ad aumentare sono sia le vendite di beni alimentari (+0,4% in valore e +1,2% in volume), sia quelle non di beni alimentari (0,3% in valore e 0,7% in volume). Rispetto all'anno precedente, invece, le vendite al dettaglio sono diminuite dello 0,6% in valore, mentre il volume è rimasto stazionario. Rispetto a febbraio 2017 il valore delle vendite di prodotti alimentari non subisce variazioni, mentre il volume aumenta dello 0,9%. Le vendite di prodotti non alimentari, specifica l'Istat, diminuiscono sia in valore sia in volume (rispettivamente -1,1% e -0,6%). Sempre a livello tendenziale, il valore delle vendite al dettaglio non registra variazioni per la grande distribuzione, mentre è in calo per le imprese operanti su piccole superfici (-1,7%). Sostanzialmente stabile il commercio elettronico (-0,1%). Tra gli esercizi non specializzati a prevalenza alimentare, il valore delle vendite diminuisce per gli Ipermercati (-5,4%), mentre aumenta per Supermercati (+2,1%) e Discount (+5,3%).


"Andamento lento"

"Il dato di febbraio, seppure in miglioramento rispetto alle attese, conferma che i consumi stentano a ripartire": questo il commento dell'Ufficio Studi di Confcommercio alle rilevazioni sulle vendite al dettaglio diffuse dall'Istat. "L'incremento congiunturale dello 0,9% in termini reali dell'indice, esclusivamente dovuto alla componente alimentare, è - continua l'Ufficio Studi - solo frutto di un rimbalzo statistico dopo la doppia flessione di dicembre e gennaio scorsi. Infatti, nel confronto tendenziale con febbraio 2017, la variazione delle vendite in quantità è pari a zero. L'intonazione dei consumi resta, dunque, debole e nell'attuale vacatio governativa, soprattutto rispetto agli assetti di finanza pubblica e al destino delle clausole di salvaguardia, sembrano rafforzarsi le incognite e i timori per una crescita del Pil nell'anno in corso inferiore a quella registrata nel 2017".

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico
BANDO
BANDO
NEWS IMPRESENEWS IMPRESE
Vedi tutte >
CERCHI UN RISTORANTE?

Bar - Pizzerie - Locali da ballo

CERCHI UN HOTEL?