CONFCOMMERCIO online
giovedì 19 luglio 2018

SAGRE ED EVENTI PAESANI:SEMPLIFICATO L'ITER SICUREZZA

Nuova direttiva del ministero dell’Interno:ai Comuni la valutazione sulla sicurezza della manifestazione

Il ministero dell'Interno ha diramato mercoledì scorso una direttiva sui modelli organizzativi e procedurali per garantire la sicurezza in occasione di manifestazioni pubbliche. Il provvedimento, come lo stesso ministro Salvini l’ha definito,  si configura come “un intervento di "semplificazione tanto atteso dalle realtà associative di tutto il territorio nazionale". La misura era stata caldeggiata in particolare dagli organizzatori di manifestazioni pubbliche, sagre e altri piccoli eventi legati alle tradizioni locali, che erano divenuti quasi impossibili da organizzare dopo la stretta imposta dalla “circolare Gabrielli” sugli standard di sicurezza. Quest’ultima normativa, va ricordato, era entrata in vigore dopo i fatti di piazza S. Carlo a Torino del 3 giugno 2017, finale Champions League: il panico scatenatosi in piazza provocò la morte di una persona e oltre 1.500 feriti.

Ora la nuova direttiva del ministero dell’Interno sostituisce la circolare di un anno fa e detta regole diverse: l’aspetto più importante riguarda il ruolo, ora centrale, delle amministrazioni comunali. “L’iniziativa – si legge – spetta all’organizzatore che invierà al Comune con largo anticipo rispetto alla data dell’evento, l’istanza, corredata anche dalle misure di sicurezza che si intendono adottare”. A decidere se dar corso o no alla manifestazione saranno dunque i municipi, sentite le commissioni comunali o provinciali competenti in materia di sicurezza; sempre i Comuni potranno indicare ulteriori misure da prendere.

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico
BANDO
BANDO
NEWS IMPRESENEWS IMPRESE
Vedi tutte >
CERCHI UN RISTORANTE?

Bar - Pizzerie - Locali da ballo

CERCHI UN HOTEL?