CONFCOMMERCIO online
giovedì 20 febbraio 2014

SISTRI, IL 26 FEBBRAIO UN INCONTRO NELLA SEDE PROVINCIALE

Il sistema è operativo dal 3 marzo, anche se le sanzioni scatteranno dal 31 luglio. Entro il 30 aprile rimane l'obbligo di presentare il MUD

Proseguono gli interventi di Confcommercio presso il Ministero dell’Ambiente per cercare di impedire l’entrata in vigore di un sistema, il Sistri, che, pur modificato, continua ad avere difficoltà operative ed ad essere troppo impegnativo per le imprese. Tuttavia, in questo momento, rimane il termine del 3 marzo 2014 , a partire dal quale anche i produttori di rifiuti pericolosi dovranno utilizzare il Sistri e le relative chiavette USB, per le operazioni di registrazione e scarico dei rifiuti.  Comunque fino al 31 luglio 2014 le sanzioni relative al Sistri sono sospese, con la conseguenza che in tale periodo transitorio le aziende utilizzeranno il Sistri ed, allo stesso tempo, dovranno continuare nella tenuta dei registri di carico e scarico, dei formulari cartacei e nella presentazione del Mud entro il 30 aprile 2014.
Per fornire aiuto ed assistenza alle aziende obbligate nell’utilizzo del sistema, Confcommercio Vicenza ha organizzato un incontro che si terrà il 26 febbraio 2014 (dalle 14,30 alle 17,00) nella sede provinciale di via Faccio 38. Per partecipare, contattare l’Ufficio Sicurezza e Ambiente dell’Associazione (tel 0444 964300).
Come si diceva, nonostante il Sistri rimane dunque valida la scadenza del 30 aprile per la presentazione del MUD, la dichiarazione annuale dei rifiuti prodotti.

L’obbligo riguarda:

  • i produttori di rifiuti pericolosi (ad esempio batterie auto, olio motore esausto, filtri olio, fanghi autolavaggio, apparecchiature elettriche ed elettroniche fuori uso, soluzioni acquose…);
  • le imprese con più di 10 dipendenti produttrici di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, artigianali o dalla depurazione delle acque;
  • coloro che effettuano operazioni di recupero, trasporto e smaltimento di rifiuti;
  • i commercianti e gli intermediari di rifiuti senza detenzione;
  • le imprese che svolgono la raccolta, il trasporto, il trattamento ed il recupero dei veicoli fuori uso.

Sull’argomento Confcommercio Vicenza ha inviato nei giorni scorsi alle aziende interessate un’apposta circolare che può essere consultare nell’area riservata del sito associativo (previa registrazione) cliccando su questo link.

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico
BANDO
BANDO
NEWS IMPRESENEWS IMPRESE
Vedi tutte >
CERCHI UN RISTORANTE?

Bar - Pizzerie - Locali da ballo

CERCHI UN HOTEL?