CONFCOMMERCIO online
giovedì 09 luglio 2015

SANGALLI: L'USCITA DALL'EURO DELLA GRECIA METTEREBBE A RISCHIO LA RIPRESA

Il Presidente di Confcommercio Nazionale sottolinea: "L'eventuale Grexit inciderà negativamente sul clima di fiducia delle famiglie e delle imprese"

"Per superare l'attuale crisi, che non è solo greca ma coinvolge tutta l'Europa e ci interroga profondamente sulla stessa idea di Europa, bisogna accendere due motori: quello economico-finanziario e, soprattutto, quello politico, al fine di trovare un accordo soddisfacente che è ancora possibile. Se la Grecia dovesse uscire dall'euro crescerebbe l'instabilità finanziaria per tutti i paesi e i rischi connessi alla nuova condizione si pagherebbero con tassi d'interesse sui debiti sovrani strutturalmente molto più alti di quelli attuali. L'eventuale ‘Grexit' inciderà negativamente sul clima di fiducia delle famiglie e delle imprese, riducendo la domanda interna europea, e potrebbero diminuire fortemente gli investimenti esteri nei paesi più deboli dell'area dell'euro. Uno scenario che rischierebbe di compromettere definitivamente la timida ripresa che si sta registrando nella nostra economia": è quanto ha dichiarato il presidente di Rete Imprese Italia e Confcommercio, Carlo Sangalli, sulla crisi greca a margine dell'Assemblea dell'Abi.



Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico
BANDO
BANDO
NEWS IMPRESENEWS IMPRESE
Vedi tutte >
CERCHI UN RISTORANTE?

Bar - Pizzerie - Locali da ballo

CERCHI UN HOTEL?