CONFCOMMERCIO online
lunedì 13 maggio 2013

SANGALLI: "STOP A IMU, IVA E TARES O SARÀ COLLASSO ESTIVO”

Il presidente di Confcommercio ha inaugurato a Milano il Roadshow "ImPresa diretta con il territorio", che il 28 maggio sarà a Venezia

fonte: Confcommercio nazionale

 Il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, ha inaugurato a Milano il Roadshow "ImPresa diretta con il territorio". Si tratta di sei iniziative itineranti organizzate da Confcommercio, insieme alla proprie strutture regionali, con l'obiettivo di raccogliere le istanze, le priorità e le aspettative delle imprese del commercio in vista dell'Assemblea Generale del 12 giugno a Roma. Nel suo intervento, Sangalli ha chiesto al governo interventi su Imu, Iva e Tares, "per evitare un collasso estivo di imprese e famiglie  a causa del fisco troppo pesante".  "Per quanto riguarda le emergenze, che sono tante - ha detto Sangalli-  la prima che abbiamo di fronte è quella di raffreddare un'estate che si presenta rovente perché Imu, Tares e aumento dell'Iva rappresentano certamente per le imprese e le famiglie un motivo di collasso" ha detto a margine della prima tappa del Roadshow in vista dell'assemblea del 12 giugno. "Noi chiediamo, nell'immediato, che la sospensione dell'Imu - ha proseguito il leader dei commercianti - riguardi anche gli immobili strumentali e naturalmente alberghi e negozi, che venga cestinato in maniera definitiva l'aumento dell'Iva perché sarebbe il colpo di grazie ai consumi, il colpo mortale alla domanda interna che, per investimenti e consumi vale l'80% del Pil. Poi chiediamo che la Tares, che comporta addirittura il raddoppio del pagamento per le nostre imprese, venga spostata al prossimo anno". Per fare questo, secondo Sangalli, bisogna "agire con più coraggio sulla spending review con maggiore controllo, riduzione e riqualificazione della spesa pubblica. Servono poi dimissioni del patrimonio immobiliare pubblico e contrasto all'evsione e all'elusione fiscale".

Il presidente di Confcommercio ha chiesto anche "misure d'emergenza per rimettere le imprese nelle condizioni di produrre benessere e occupazione" tra le quali, in Lombardia, la no tax area proposta dal presidente della Regione, Roberto Maroni: "in accordo con lo stato una no tax area della durata di tre anni per chi crea valore come start up, imprese che assumo giovani, imprese turistiche, negozi storici e neoprofessionisti. Secondo Sangalli, bisogna alleggerire la pressione fiscale e il costo del lavoro partendo dall'azzeramento dell'addizionale regionale Irap per le microimprese e le start up di giovani, donne e over 50. Nel suo intervento ha infine sottolinetao che in Lombardia il 65% del pil è prodotto dal terziario che occupa 2,75 milioni di persone.

 Con l'intervento di Sangalli a Milano, come si diceva, si è aperto  il Roadshow "ImPresa diretta con il territorio", sei iniziative itineranti organizzate da Confcommercio, insieme alla proprie strutture regionali, con l'obiettivo di raccogliere le istanze, le priorità e le aspettative delle imprese del commercio, del turismo, dei servizi e dei trasporti che saranno portate all'attenzione del Governo, delle forze politiche e delle istituzioni in occasione dell'Assemblea generale della Confederazione del 12 giugno. Si tratta di vere e proprie Assemblee territoriali – alle quali interviene il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli – per testimoniare, dalla viva voce delle associazioni territoriali e degli imprenditori, la sofferenza dell'economia reale e le ragioni di un sistema di imprese che da troppo tempo sta vivendo sulla propria pelle e a caro prezzo gli effetti drammatici della crisi. Ma è anche occasione di confronto con gli amministratori e i rappresentanti politici locali per mettere in evidenza quanto sia forte la connessione tra imprese e territori e quanto il contributo di questo sistema di imprese sia importante per la crescita, lo sviluppo e la coesione del paese. Nel corso delle sei tappe vengono affrontati in particolare i nodi strutturali che affliggono i territori e le imprese del terziario di mercato, a cominciare dal peso insostenibile dell'eccessiva pressione fiscale, dal crollo dei consumi, dalle difficoltà di accesso al credito e dai problemi di liquidità per il mancato pagamento dei debiti della P.A..E' possibile seguire le Assemblee su twitter: #impresadiretta. Queste le tappe successive del Roadshow: Messina 17 maggio, Torino 21 maggio, Venezia 28 maggio, Bari 3 giugno, Bologna 6 giugno.

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico
BANDO
BANDO
NEWS IMPRESENEWS IMPRESE
Vedi tutte >
CERCHI UN RISTORANTE?

Bar - Pizzerie - Locali da ballo

CERCHI UN HOTEL?