CONFCOMMERCIO online
mercoledì 12 febbraio 2020

LONIGO, BRENDOLA, CORNEDO: CONTRIBUTI AI NEGOZI CHE RIAPRONO O SI AMPLIANO

I Comuni introducono un’agevolazione che riduce il costo dei tributi locali. La domanda va presentata entro il 28 febbraio 2020

Alcuni comuni del Vicentino, avendo a disposizione una specifica legge nazionale, hanno deciso di deliberare il regolamento comunale che applica quanto contenuto nell’art.30 del Decreto Crescita (D.L. 34/2019). L'intervento è finalizzato a dare un contributo concreto a coloro che riaprono o ampliano attività commerciali e dell’artigianato chiuse da almeno sei mesi. In pratica, attraverso un fondo messo a disposizione dallo Stato, i tributi locali gravanti sui negozi e botteghe che ritornano attivi vengono notevolmente ridotti dall’anno nel quale avviene la nuova apertura o ampliamento,  fino ai tre anni successivi. Si tratta quindi di un valido e concreto sostegno all’economia locale, che agevola le attività che svolgono un servizio di vicinato prezioso per la collettività, soprattutto per le persone più anziane con scarsa mobilità.
Questo tipo di intervento, a favore del commercio di vicinato, delle attività artigianali e dei servizi, è stato attivato nei comuni di Lonigo, Brendola e Cornedo, ma rivolgendosi allo “Sportello bandi e contributidella Confcommercio di Vicenza (0444 964300) è possibile verificare se il proprio Comune abbia adottato analoga delibera.

Per quanto riguarda il Comune di Cornedo Vicentino, l’agevolazione prevede: - uno sconto dell’80% su IMU, TASI, TARI, TOSAP e imposta comunale sulla pubblicità, nel caso di ampliamento degli esercizi commerciali esistenti; - uno sconto del 100% su IMU, TASI, TARI, TOSAP e imposta comunale sulla pubblicità, nel caso di riapertura di esercizi chiusi da almeno sei mesi.   

Per il Comune di Brendola l’agevolazione consiste nell’erogazione di un contributo, che in caso di riapertura è pari al 100%dell’IMU e della TASI e del 50% della TOSAP (tassa rifiuti) versati nell’esercizio precedente alla riapertura stessa. In caso di ampliamento, il contributo è pari al 50% dell’IMU e della TASI e del 50% della TOSAP.   

Nel Comune di Lonigo, in caso di riapertura, il contributo è pari al 50% dell’IMU, al 50% della TASI  ed al 40% della tassa sui rifiuti dovuti dall’esercente per l’anno di riapertura e per i tre anni successivi. In caso di ampliamento, il contributo è pari al 40% per cento dell’IMU, al 40% della TASI ed al 30% della tassa sui rifiuti dovuti per l’anno di riapertura e per i tre anni successivi.
Per gli esercizi il cui ampliamento comporta la riapertura di ingressi o di vetrine su strada pubblica, il contributo è concesso per la sola parte relativa all'ampliamento medesimo (info: Mandamento Confcommercio di Lonigo, tel. 0444830312).

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn Invia questa pagina ad un amico
BANDO
BANDO
BANDO
NEWS IMPRESENEWS IMPRESE
Vedi tutte >
CERCHI UN RISTORANTE?

Bar - Pizzerie - Locali da ballo

CERCHI UN HOTEL?