• Home 
  • Attualità 

CONTRIBUTO PER LO SVILUPPO DELL’INTERNAZIONALIZZAZIONE

La Regione Veneto ha emanato un nuovo bando che sostiene l’acquisto di servizi di consulenza ed assistenza nello sviluppo dei mercati esteri

giovedì 09 gennaio 2020

La Regione Veneto ha recentemente emanato un bando (con la DGR 1967 del 23/12/2019) per sostenere le piccole medio imprese che acquistano servizi di consulenza/assistenza finalizzati ad implementare o migliorare il proprio livello internazionalizzazione, attraverso lo sviluppo di processi e di percorsi di internazionalizzazione che prevedono l’accesso o il consolidamento nei mercati esteri.

Il Bando è riservato alle imprese con attività (principale o secondaria) appartenente alle sezioni Ateco: C “Attività manifatturiere”, F “Costruzioni”, I “Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione”, J “Servizi di informazione e comunicazione”.  Il contributo è a fondo perduto di intensità compresa tra il 30% ed il 50% delle spese sostenute.

Sono ammissibili al contributo i progetti (avviati successivamente alla presentazione della domanda di sostegno) costituiti dall’acquisto di un massimo di 4 diversi servizi specialistici con importi tra loro cumulabili tra quelli di seguito elencati:

  • A1. PIANIFICAZIONE PROMOZIONALE: servizi di consulenza finalizzati ad azioni promozionali, di comunicazione ed advertising su mercati internazionali e ricerca di operatorio o partner esteri per l’organizzazione di incontri promozionali. Spesa minima 10.000 euro, spesa massima 20.000 euro.
  • B1. PIANIFICAZIONE STRATEGICA: servizi di consulenza finalizzati all’elaborazione di piani per l’internazionalizzazione, piani di marketing e di penetrazione in mercati esteri, all’ideazione e realizzazione di brand specifici per i mercati target, alla realizzazione di studi di fattibilità e analisi per lo sviluppo di reti commerciali, distributive o di assistenza post-vendita all’estero, all’attività di ricerca partner e assistenza per l’inserimento dell’impresa o l’ampliamento della presenza della stessa sui mercati esteri, incluse le consulenze per il supporto decisionale in tema di alleanze, fusioni o acquisizione di imprese estere. Spesa minima 10.000 euro, spesa massima 30.000 euro.
  • B2. SUPPORTO NORMATIVO E CONTRATTUALE: servizi di consulenza finalizzati al supporto nello studio e nella redazione di contrattualistica internazionale, all’analisi di aspetti legati alla fiscalità, doganali, legislativi, giuridici e procedurali connessi all’import/export dei paesi target, all’implementazione dei diritti industriali all’estero e ottenimento di certificazioni estere di prodotto, all’analisi del contesto per estendere in ambito internazionale un brevetto o altro diritto nazionale e per difendere la validità dello stesso in procedimenti di opposizione. Spesa minima 7.000 euro, spesa massima 15.000 euro.
  • C1. AFFIANCAMENTO SPECIALISTICO (Temporary Export Manager): servizi di consulenza che prevedano l’inserimento in via temporanea, per un minimo di 6 mesi e fino alla durata massima del progetto, di un TEM (Temporary Export Manager) che assicuri la gestione e il coordinamento di un progetto di internazionalizzazione.  Spesa minima 12.000  euro, spesa massima 30.000 euro.

L’entità del contributo è pari a: il 40% delle spese ammissibili per la categoria di consulenza A1, il 40% per le spese B1, il 30% per le spese B2 e il 50% per le spese C1. Inoltre, la spesa massima ammissibile è pari a 50.000 euro.

L’impresa fornitrice dei servizi di consulenza (relativi ai punti A1, B1, B2) deve essere registrata, al momento della presentazione della domanda, presso il portale “Innoveneto.org” e le persone fisiche da essa utilizzate per la consulenza devono avere già maturato almeno 3 anni di esperienza nella prestazione dello specifico servizio. Nel caso di spese della tipologia C1, il Temporary Export Manager  può essere un libero professionista associato o accreditato presso organizzazioni associative di rappresentanza di manager che hanno sottoscritto contratti nazionali, oppure un professionista messo a disposizione da una società di Temporary Export Manager iscritta nell’elenco approvato dal MISE.

Sono previsti contributi per euro 3 milioni, ripartiti in tre tranche (sportelli) di 1 milione di euro ciascuna:

  • PRIMA TRANCHE: compilazione domanda dal 24.02.2020 al 19.03.2020 e domanda presentabile dal 240.2020 al 26.03.2020
  • SECONDA TRANCHE: compilazione domanda dal 12.05.2020 al 02.07.2020 e domanda presentabile dal 07.07.2020 al 09.07.2020
  • TERZA TRANCHE: compilazione domanda dal 10.12.2020 al 18.02.2021, domanda presentabile dal 02.02.2021 e fino al 25.02.2021

La procedura di assegnazione del contributo verrà valutata a sportello sulla base di un ben definito sistema punteggio attribuito alla qualità e coerenza del progetto.

Per ulteriori informazioni e per il supporto nella presentazione delle domande è a disposizione lo Sportello Bandi e Contributi.
Per appuntamento chiamare lo 0444 964300 oppure rivolgersi alla sede provinciale Confcommercio Vicenza, via Faccio, 38.

NEWS IMPRESE