• Home 
  • Attualità 

PREMIATI 29 NUOVI MAESTRI E BENEMERITI DEL COMMERCIO

Hanno superato i 25, 40, 50 e 60 anni di attività e sono stati festeggiati, domenica 14 novembre, dalla 50&Più-Confcommercio di Vicenza

.

lunedì 15 novembre 2021
PREMIATI 29 NUOVI  MAESTRI  E BENEMERITI DEL COMMERCIO PREMIATI 29 NUOVI MAESTRI E BENEMERITI DEL COMMERCIO

È uno dei momenti più importanti nel corso dell’anno, in cui diventano protagonisti quegli operatori che storicamente rendono vive e accoglienti città e paesi, grazie al loro impegno dietro il banco di un negozio, di un bar, di un ristorante. Motori di un terziario di mercato dalle mille sfaccettature, che comprende, oltre al dettaglio e alla somministrazione, altri settori economici strategici come l’ingrosso, le società di servizi, gli ambulanti  e molto altro ancora: un comparto che in provincia conta 44 mila imprese.
Ogni anno, con la premiazione dei Maestri e Benemeriti del Commercio, la 50&Più-Confcommercio di Vicenza - l’Associazione di pensionati e ultracinquantenni dei settori commercio turismo e servizi – celebra chi con la propria attività ha permesso a questo settore di radicarsi e crescere, facendo fiorire aziende che poi hanno costituito l’ossatura storica del comparto, garantendone la continuazione e traghettandole fino ad oggi.

Ecco perchè la giornata di assegnazione dei titoli di Maestri e Benemeriti del Commercio è tra le più significative e coinvolgenti, poiché è la festa dedicata a coloro che nella provincia di Vicenza raggiungono il traguardo di 25, 40, 50 e 60 anni di lavoro nel comparto del Terziario.  

Alla presenza di molti sindaci dei comuni della provincia e di tanti familiari e amici, domenica 14 novembre sono stati premiati 24 Maestri Del Commercio: 9 con l’Aquila d’Argento per aver raggiunto (e talvolta  superato) i 25 anni di attività; 6 Maestri con più di 40 anni di attività (Aquila d’Oro); 9 maestri con più di 50 anni di attività (Aquila di Diamante) e 5 Benemeriti del Commercio, che hanno maturato una carriera ultrasessantennale nel settore.      
 
La consegna delle Aquile d’Argento, d’Oro, di Diamante e della Benemerenza è dunque il momento principale con cui l’Associazione 50&Più Vicenza e la collettività tutta,  riconoscono e premiano il lavoro, ma anche la tenacia e la passione, con cui questi operatori hanno contribuito alla crescita della vita sociale di tanti centri del Vicentino, divenendo spesso punti di riferimento sia per tipologia di servizio, sia per il rapporto di familiarità instaurato con la clientela.    

Ad aprire la cerimonia è stato Fiorenzo Marcato, presidente della 50&Più di Vicenza (circa 6 mila associati in provincia), che ha sottolineato il valore di questa premiazione: “Quello che consegniamo oggi è un riconoscimento per aver operato degnamente e instancabilmente per molti anni, ma anche per averlo fatto con ancor più forza in questi ultimi mesi, in un periodo cioè altamente delicato, difficile, incerto – ha detto -. I Maestri del commercio sono un esempio per la nostra società perché la loro priorità, al di là del profitto, è sempre stata quella di rispondere alle esigenze della comunità, non solo all’interno dei centri storici ma anche nei quartieri, nei paesi, fino ai centri più piccoli e meno popolosi della nostra provincia. E sono un esempio anche per i giovani, che da loro possono imparare l’orgoglio di un lavoro ben fatto, l’importanza del sacrificio e la forza di superare le prove più difficili. In un’ottica di passaggio generazionale, poi, si potrà veder lavorare fianco a fianco l’anziano operatore, con la sua esperienza, e dall’altra il giovane con i mezzi nuovi, moderni dell’e-commerce o di internet, contribuendo così a creare una più completa e moderna attività imprenditoriale in linea con i tempi e capace di affrontare con solidità il futuro”.

Nel suo intervento, Nicola Piccolo, vicepresidente provinciale di Confcommercio di Vicenza ha messo in evidenza il ruolo essenziale degli imprenditori del terziario, che “hanno saputo operare al meglio anche in momenti drammatici, come quelli appena vissuti della pandemia, offendo prodotti e servizi nelle città, nei paesi, nelle frazioni.  Molti di loro hanno continuato ad operare mettendo mano anche ai propri risparmi per far fronte alle molteplici esigenze aziendali in un momento di calo dei consumi drammatico e di disorientamento della clientela. Gli operatori del Commercio del Turismo e dei servizi della nostra Provincia – ha continuato il vicepresidente Piccolo -  non sono mai stati alla ricerca di particolari riconoscimenti, pretendono invece considerazione e rispetto, questo sì, non solo per il loro apporto all’economia ma anche per il servizio che rendono giorno dopo giorno alla collettività. Qualcosa, in questo senso è cambiato, si nota una maggiore attenzione anche nel rapporto con la pubblica amministrazione locale, ma c’è ancora molto da fare e per questo Confcommercio chiede a gran voce alla politica che si legiferi a livello centrale per snellire le procedure, chiede semplificazioni e un fisco equo. E in ambito locale, anche maggiore attenzione all’urbanistica che se non correttamente pianificata, rischia di far perdere ai nostri centri storici fisonomia e funzione del commercio delle nostre città”.

Alla cerimonia di premiazione erano presenti anche il presidente della Provincia (e sindaco di Vicenza) Francesco Rucco e il direttore di Confcommercio Vicenza Ernesto Boschiero, cui sono spettate le conclusioni. "Grazie - ha detto il sindaco Rucco - per essere al nostro fianco. Noi cerchiamo di esserlo il più possibile al vostro, come in quesati due anni di pandemia, dove siamo intervenuti con alcune agevolazioni in materia di rifiuti e plateateci. È nostra volontà - ha sottolineato - confermarle anche per il 2022, anche se lo Stato ancora non ha annunciato alcun rifinanziamento dei fondi a cui attingere". Gli ha fatto eco il direttore di Confcommercio Vicenza, Boschiero: "Colgo questa occasione per dire grazie alle Amministrazioni locali che hanno sostenuto le attività commerciali con quanto è stato loro possibile - ha detto -. L'emergenza Covid non è affatto finita, ma oggi la giornata va dedicata ai Maestri del commercio, ai quali va tutta la nostra stima e riconoscenza".

La 50&Più, lo ricordiamo, è l’associazione degli over 50 della Confcommercio provinciale, ed è una delle realtà più dinamiche, nel Vicentino, impegnata sul fronte della valorizzazione delle risorse garantite dai più anziani, attraverso un ricco programma di attività culturali, artistiche, sportive, turistiche, che si aggiungono alla tutela sui temi sociali e previdenziali.


I PREMIATI

Benemeriti del commercio (60 anni e più di attività)
Antonio Sorzato (Sandrigo), Augusto Domenico Cortiana (Valdagno), Silvio Cerin (Vicenza), Antonio Cristofani (Vicenza), Giampaolo Pilan (Vicenza).


Maestri del Commercio con Aquila di Diamante (50 anni e più di attività)
Gianfranco Panighello (Albettone), Antonio Lovato (Creazzo), Natalino Baccarin (Dueville), Giuseppina Cecconato (Orgiano), Sebastiano Leder (Thiene), Giammario Sannipoli (Thiene), Domenico Valter Baggio (Vicenza), Vanda Capitanio (Vicenza), Liviana Dall’Osto (Vicenza).



Maestri del Commercio con Aquila d’Oro (40 anni e più di attività)
Maria Rosa Fontana (Albettone), Antonio Signorato (Arzignano), Mariano Carollo (Dueville), Emilia Fagnani (Malo), Eugenio Lanaro (Malo), Carla Corato (Vicenza).



Maestri del Commercio con Aquila d’Argento (25 anni e più di attività)
Paolo Pellizzaro (Altavilla Vicentina), Agostino Domenico Asnicar (Arzignano), Enrico Asnicar (Arzignano), Annamaria Merlin (Chiampo), Rino Bellanti (Creazzo), Sandra Dalle Molle (Fara Vicentino), Maria Pizzolato (Lonigo), Michela Cristofani (Vicenza), Marcella Pobbe (Vicenza).

NEWS IMPRESE