• Home 
  • Bandi 

CONTRIBUTI UNIONCAMERE PER I RISTORI ALLE IMPRESE VENETE

Ne possono beneficiare le aziende appartenenti a specifici settori. Domande dal 10 febbraio al 3 marzo 2021. Le risorse finanziarie disponibili verranno divise equamente tra i richiedenti i ristori

giovedì 11 febbraio 2021
CONTRIBUTI UNIONCAMERE PER I RISTORI ALLE IMPRESE CONTRIBUTI UNIONCAMERE PER I RISTORI ALLE IMPRESE

Sono aperti i termini per la presentazione delle domande di ristori destinati alle imprese venete, che sono state colpite dalle restrizioni imposte per il contenimento del contagio da Covid-19. Unioncamere del Veneto ha pubblicato, il 10 febbraio 2021, il bando per il sostegno, mediante un contributo a fondo perduto, ad alcune categorie di imprese colpite dalle restrizioni.

Sono ammesse le PMI (attive al Registro Imprese al 31.12.2020) con codice ATECO primario (risultante dalla banca dati del Registro Imprese alla data del 10 febbraio 2021), appartenente a specifici settori, nonché gli esercizi di vicinato posti  all’interno di centri o parchi commerciali la cui attività è stata sospesa (attualmente nei festivi e pre-festivi, salvo specifiche tipologie) per effetto delle varie norme nazionali e regionali.

Le filiere beneficiarie indicate dal bando regionale sono:  

  • filiera eventi (congressi, matrimoni, cerimonie, etc.);
  • ambulanti con posteggi in aree di eventi, stadi (cosiddetti fieristi);
  • filiera trasporti persone;
  • filiera sport, intrattenimento, parchi divertimento e tematici (incluse le attività dello spettacolo viaggiante);
  • filiera attività culturali e spettacolo;
  • commercio al dettaglio di abbigliamento, calzature, libri e articoli di cartoleria;
  • esercizi all’interno di centri o parchi commerciali la cui attività è stata sospesa per effetto del DPCM 24 ottobre 2020 e successivi o delle successive ordinanze del Presidente della Giunta regionale del Veneto.


Per capire se si può beneficiare del bando regionale è necessario verificare la corrispondenza del proprio codice Ateco, come riportato in visura camerale, con uno di quelli indicati nel bando (riportati a fine articolo e scaricabile qui). Per maggiori informazioni è comunque disponibile lo Sportello Bandi e Contributi di Confcommercio Vicenza (tel. 0444 964300).

L’agevolazione è concessa nella forma di contributo a fondo perduto a sostegno della liquidità (senza obbligo di rendicontare spese) e l’ammontare della sovvenzione verrà determinato ripartendo la dotazione finanziaria del bando, pari a 18.365.921 di euro, per il numero di domande ammissibili.

La domanda di partecipazione deve essere presentata per via telematica per mezzo di SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi) del legale rappresentante dell’impresa, attraverso il seguente portale telematico: https://restart.infocamere.it/ dalle ore 10.00 del giorno 10 febbraio 2021 fino alle ore 17.00 del giorno 3 marzo 2021.
La domanda, esente dal pagamento imposta di bollo, dovrà riportare il codice IBAN del beneficiario e l’indirizzo PEC attivo.

Vista l’impossibilità di ricorrere alla procura, le aziende devono obbligatoriamente dotarsi di uno dei due strumenti digitali sopra richiamati.

In caso di necessità di assistenza tecnica nella presentazione della domanda nel portale, contattare il numero dell'assistenza Infocamere: tel. 049 2015200 (dal lunedì al venerdì, dalle 9:00 alle 18:00)

Qualora l’impresa presenti i requisiti richiesti nel bando e sia in regola dal punto di vista contributivo, le domande di contributo verranno accolte.
Non  si tratta di un bando che assegna i contributi in ordine cronologico fino ad esaurimento dei fondi. I contributi che verranno erogati saranno calcolati in base al numero di domande che verranno presentate dalle imprese, le risorse finanziarie disponibili verranno divise equamente tra i richiedenti i ristori.

La liquidazione del contributo avverrà indicativamente entro 30 giorni dal termine di chiusura dello sportello per la presentazione delle domande, quindi entro il 4 aprile 2021.

 

NEWS IMPRESE