• Home 
  • Categorie 
  • Servizi 

COMPRAVENDITE IMMOBILIARI, MAI COSÌ BENE NEGLI ULTIMI 10 ANNI

Continua il trend positivo del settore residenziale. Nei primi nove mesi di quest’anno oltre 8 mila immobili passati di mano

giovedì 16 dicembre 2021
COMPRAVENDITE IMMOBILIARI, MAI COSÌ BENE NEGLI ULTIMI 10 ANNI COMPRAVENDITE IMMOBILIARI, MAI COSÌ BENE NEGLI ULTIMI 10 ANNI

Continua la corsa del settore immobiliare vicentino. Anche nel terzo trimestre di quest’anno, infatti, i dati residenziali resi noti dall’Agenzia delle Entrate rilevano un significativo trend di crescita. Dall’elaborazione dell’Ufficio Studi di Fimaa-Confcommercio Vicenza, la Federazione provinciale degli agenti immobiliari e d’affari in mediazione, risulta che sono stati 2.615 gli immobili residenziali venduti tra luglio e settembre di quest’anno, contro i 2.320 dello stesso periodo 2020 (+12,7%).

Un risultato che si inserisce a sua volta in un 2021 di grande ripresa, basti pensare che i dati di compravendita del settore residenziale dei primi 9 mesi di quest’anno sono i più alti dal 2011, commisurati allo stesso periodo: a settembre di quest’anno, infatti, sono stati 8.120 gli immobili residenziali passati di mano, contro il precedente picco di 6.578 registrato nei primi nove mesi del 2019 (+23.4%). Un dato che stacca, e di molto, i 5.336 immobili residenziali venduti tra gennaio e settembre 2011 e in generale i risultati dei primi nove mesi di tutto l’ultimo decennio.
“Sono performance che certificano l’ottimo andamento del settore – è l’analisi di Mauro Frasson, presidente di Fimaa Confcommercio Vicenza -, anche se l’aumento della domanda non sta avendo riflessi particolarmente significativi sulla risalita dei prezzi, che rimangono sostanzialmente stabili. Qualche tensione su questo fronte si registra negli immobili in costruzione o in ristrutturazione – rileva – : il prezzo delle materie prime è in forte risalita e continua a subire variazioni mettendo in difficoltà le imprese costruttrici”.

A trainare il mercato, come usuale con il periodo Covid che ancora stiamo vivendo, secondo il presidente Fimaa “rimane la ricerca di immobili di maggiori dimensioni, ovvero di avere a disposizione almeno una stanza in più e la possibilità di usufruire di spazi esterni. Sull’usato, poi, rimane significativa la domanda di immobili da riqualificare accedendo ai bonus”.

Se le vendite vanno a gonfie vele, non manca qualche preoccupazione all’orizzonte: “Alcune agenzie segnalano la difficoltà a reperire sul mercato immobili che rispondano alle caratteristiche più richieste – afferma il presidente provinciale di Fimaa Confcommercio -. Oggi potremmo dire che la domanda è sostenuta, ma in parte manca l’offerta”. Si tratterà di capire, nelle prossime settimane, quanto questa situazione possa rischiare di frenare la crescita.

NEWS IMPRESE