• Home 
  • Categorie 
  • Servizi 

INCENTIVI PER L’AUTOTRASPORTO MERCI

Pubblicate le disposizioni operative per l'erogazione dei contributi a favore degli investimenti effettuati dalle imprese del settore

giovedì 10 settembre 2020

Sono oltre 122 milioni di euro i fondi stanziati dal Governo a favore degli investimenti delle imprese di autotrasporto merci per il rinnovo e l’adeguamento tecnologico del parco veicolare in ottica ambientale.
I beneficiari del contributo sono le imprese di autotrasporto merci per conto di terzi attive in Italia, regolarmente iscritte al Registro elettronico nazionale e all'Albo degli autotrasportatori di cose per conto terzi.

Sono finanziabili gli investimenti avviati a partire dal giorno 20/08/2020 per le seguenti tipologie di spesa:

Automezzi industriali pesanti nuovi di fabbrica a trazione alternativa a metano CNG, ibrida (diesel/elettrico) e elettrica (full electric) di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t e fino a 7 t:

  • Euro 4.000 per ogni veicolo CNG e a motorizzazione ibrida;
  • Euro 10.000 per ogni veicolo elettrico di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t fino a 7 t;
  • Euro 20.000 per ogni veicolo elettrico superiore a 7 t.

Veicoli commerciali leggeri euro 6 D TEMP di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5t fino a 7t con contestuale rottamazione di veicoli della medesima tipologia:

  • Euro 2.000 per ogni veicoli commerciale

Automezzi industriali pesanti nuovi di fabbrica a trazione alternativa ibrida (diesel/elettrico), a metano CNG e gas naturale liquefatto LNG di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 7 t.:

  • Euro 8.000 per ogni veicolo a trazione alternativa ibrida (diesel/elettrico) e a metano CNG di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 7 t fino a 16 t
  • Euro 20.000 per ogni veicolo a trazione alternativa a gas naturale liquefatto LNG e CNG ovvero a motorizzazione ibrida (diesel/elettrico) di massa pari o superiore a 16 t;

Non si tratta degli unici incentivi stabiliti.
È anche previsto un contributo pari al 40 per cento dei costi ammissibili, comprensivi del dispositivo e dell'allestimento con un tetto massimo pari ad euro1.000, per i dispositivi idonei ad operare la riconversione di autoveicoli di massa complessiva pari a 3,5 t per il trasporto merci.
Un ulteriore contributo di 2.000 euro è previsto per l’acquisizione di un veicolo ad alimentazione alternativa a metano CNG, gas naturale liquefatto LNG, ibrida (diesel/elettrico) ed elettrica (Full Electric), con radiazione per rottamazione di veicoli obsoleti, indipendentemente dal numero degli stessi.
Se si effettua la radiazione per rottamazione di automezzi di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 t, con contestuale acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di automezzi industriali pesanti nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto merci di massa complessiva a pieno carico a partire da 7 t, conformi alla normativa anti inquinamento euro VI si ha diritto ai seguenti incentivi:

  • Euro 5.000 per ogni veicolo euro VI di massa complessiva a pieno carico da 7 t a 16 t;
  • Euro 15.000 per ogni veicolo euro VI di massa complessiva a pieno carico superiore a 16 t.

Un ulteriore incentivo è previsto per acquisizioni, anche mediante locazione finanziaria, di rimorchi e semirimorchi, nuovi di fabbrica, per il trasporto combinato ferroviario rispondenti alla normativa UIC 596-5 e per il trasporto combinato marittimo dotati di ganci nave rispondenti alla normativa IMO, dotati di almeno un dispositivo innovativo. In questo caso, per le acquisizioni effettuate da Pmi, il contributo è erogato nel limite del 10% del costo di acquisizione e in caso di medie imprese e del 20% di tale costo in caso di piccole imprese. Il tetto massimo del contributo è di euro 5.000 per semirimorchio o autoveicolo specifico superiore a 7 t allestito per trasporti in regime ATP, ovvero per ogni unità refrigerante/calorifera a superiore standard ambientale, installata su tali veicoli.

Le acquisizioni sono ammissibili qualora sostenute nell'ambito di un programma di investimenti destinato a creare un nuovo stabilimento, ampliare uno stabilimento esistente, diversificare la produzione di uno stabilimento mediante prodotti nuovi aggiuntivi o trasformare radicalmente il processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente.

La domanda per ottenere l'incentivazione è articolata in due fasi: una prima fase di prenotazione telematica articolata in due sportelli:
- primo sportello: dalle ore 10.00 dell’1 ottobre 2020 alle ore 8.00 del 16 novembre 2020;
- secondo sportello: dalle ore 10.00 del 14 maggio 2021 alle ore 8.00 del 30 giugno 2021.
E una seconda fase di rendicontazione;
- primo sportello: dal 10 dicembre ed entro le ore 16.00 del 30 aprile 2021;
- secondo sportello: dal 15 luglio 2021 ed entro le ore 16.00 del 15 dicembre 2021

Per maggiori informazioni è a disposizione l’Ufficio Bandi e Agevolazioni di Confcommercio Vicenza (tel 0444 964300).

NEWS IMPRESE