• Home 
  • Categorie 
  • Turismo e Ristorazione 

RISTORAZIONE ITALIANA IN CRESCITA, PIU' LAVORO MA POCHI CUOCHI

Indagine Fipe "Food and Wine in Progress". La ristorazione in Italia riparte e fa largo ai giovani ma mancano figure professionali, in particolare cuochi

martedì 29 novembre 2016
Fonte: Confcommercio Nazionale

La ristorazione in Italia riparte e fa largo ai giovani ma mancano figure professionali, in particolare cuochi. E' quanto emerge dall'indagine di Fipe (Federazione Italiana Pubblici Esercizi)-Confcommercio presentata nei giorni scorsi a Firenze, seconda edizione dell'evento dedicato alle eccellenze della produzione agroalimentare e della ristorazione. Mentre i consumi alimentari delle famiglie per i pasti in casa continuano a scendere (hanno perso oltre 12 punti percentuali dal 2007 al 2015), è stato rilevato, dal 2013 la spesa per il "fuori casa" ha ripreso a salire in maniera via via più marcata. E con essa è cresciuta anche l'occupazione nel settore: +1,5% dal 2008 al 2015, con una variazione positiva di 96mila nuovi addetti che non ha riscontri in nessun altro comparto economico, fatto salvo quello dei servizi. Non solo: con il 72% di dipendenti "under 40", la ristorazione si dimostra un settore ideale per i giovani. Tra le figure professionali più richieste dalle aziende ci sono cuochi, aiuti cuochi, camerieri, baristi, pasticceri e gelatai artigianali. In alcuni casi, si legge in una nota, si tratta di personale di difficile reperimento.

NEWS IMPRESE