• Home 
  • Categorie 
  • Turismo e Ristorazione 

VACCINAZIONI: CORSIA PREFERENZIALE PER HOTEL E STRUTTURE RICETTIVE

Grazie all’accordo tra Regione e Federalberghi Veneto, dal 3 i dipendenti potranno ottenere una priorità nella vaccinazione

giovedì 03 giugno 2021
VACCINAZIONI: CORSIA PREFERENZIALE PER HOTEL E STRUTTURE RICETTIVE VACCINAZIONI: CORSIA PREFERENZIALE PER HOTEL E STRUTTURE RICETTIVE
Fonte: Federalberghi Veneto

Accogliendo la richiesta formulata da Federalberghi Veneto, la Regione Veneto ha acconsentito a dare priorità alle vaccinazioni dei lavoratori del settore alberghiero, stagionali e dipendenti, a partire da mercoledì 3 giugno.

In concreto funziona così: i datori di lavoro possono inserire, tramite un apposito format, il codice fiscale del proprio lavoratore il quale, poi, se sceglie di vaccinarsi, può prenotare il proprio appuntamento in uno degli hub vaccinali del Sistema sanitario nazionale presente sul territorio regionale, approfittando di questa corsia preferenziale.

Al fine di consentire il corretto riconoscimento del lavoratore, il datore di lavoro deve inoltre indicare l’Ulss di provenienza dell’albergo, inserendo i dati nella maschera http://www.hrsconfcom.it/index.php/codice-fiscale, fornita alle singole strutture ricettive con la raccomandazione che siano caricati i codici fiscali di persone che effettivamente lavorano negli hotel.

L’inserimento dei dati, iniziato nei giorni scorsi, ha già coinvolto migliaia di lavoratori di tutto il Veneto e questa prima fase termina il 3 giugno alle ore 12, salva la possibilità di una riapertura nei prossimi giorni.

“È importante sottolineare – spiega il presidente di Federalberghi Veneto, Massimiliano Schiavon – che questa procedura di pre-caricamento è utile solo per concedere una priorità agli operatori del settore e presuppone che successivamente ed esclusivamente su propria libera scelta, il singolo soggetto prenoti o meno la propria vaccinazione sul portale regionale”.

Ciò in ossequio al rispetto della privacy e del principio di volontarietà della vaccinazione.
“La Regione, che ringraziamo per l’attenzione e la collaborazione – riprende Schiavon – ci ha annunciato l’arrivo di nuove, importanti forniture di vaccini che permetteranno di concretizzare questa operazione, in concomitanza con l’apertura della vaccinazione libera senza più il criterio delle classi d’età. Nei giorni scorsi abbiamo diffuso a tutte le associazioni di categoria territoriali la comunicazione su questa opzione e il riscontro che stiamo avendo sul pre-caricamento è più che positivo: si viaggia già verso quota 2 mila, per mezzo migliaio di imprese, ma i numeri sono in costante crescita soprattutto in queste ore”.

Questa iniziativa voluta da Federalberghi, mentre ormai si approssima l’arrivo dell’estate, “ha l’obiettivo – conclude Schiavon – di accrescere il livello di sicurezza anti covid nelle strutture ricettive, proteggendo il personale e a tutela dei turisti, italiani e stranieri, che scelgano di pernottare per le loro vacanze nelle straordinarie località del Veneto: dal mare ai laghi, dalle montagne alle città d’arte”.

NEWS IMPRESE